martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina Esplode un petardo in Fiesole...

Esplode un petardo in Fiesole dopo il gol: Daspo e denuncia per un tifoso viola

Gli agenti della Digos lo hanno individuato tramite le riprese video delle telecamere interne allo stadio: l’uomo è poi stato identificato al termine dell’incontro. Si tratta di un 36enne: per lui un Daspo di 5 anni.

-

Daspo e denuncia per un tifoso viola.

IL PETARDO. Durante il secondo tempo della partita disputata ieri al Franchi tra Fiorentina e Parma – spiega la Questura – in curva Fiesole, in occasione del secondo gol della squadra di Montella, un tifoso viola di 36 anni ha esploso un petardo. Gli agenti della Digos lo hanno subito individuato tramite le riprese video delle telecamere interne allo stadio: l’uomo è poi stato identificato al termine dell’incontro. Il suo gesto, che fortunatamente non ha provocato feriti, è costato al 36enne una denuncia e il Daspo di 5 anni.

ALLO STADIO. Alla partita di ieri hanno assistito al Franchi 17.294 spettatori: tra questi, 78 tifosi ospiti, che hanno raggiunto il capoluogo toscano a bordo di pullman e mezzi privati.

Ultime notizie

Palestra artistica alle Murate: un luogo dove “allenare” il talento

Perché non allenare anche il proprio talento? A Le Murate è nata la Palestra artistica, dove gli attrezzi sono penna, pennello e scalpello

Teatro del Maggio: l’ultimo Barbiere di Siviglia (prima dello stop)

Il Barbiere di Siviglia è l'ultima opera in programmazione al Teatro del Maggio prima dello stop alle rappresentazioni teatrali imposte dal governo a causa del coronavirus.

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, uno tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto