mercoledì, 23 Settembre 2020
Home Sezioni Fiorentina Fiorentina, è Pasqual!

Fiorentina, è Pasqual!

La Fiorentina guadagna tre punti d'oro per la corsa al posto in Champions. In attesa della sfida di stasera tra Genoa e Juventus, la formazione viola scavalca igi uomini di Gasperini e si riprende il quarto posto. Buona la prova del giovane talento montenegrino. A fine gara scontro tra giocatori nel tunnel che porta agli spogliatoi.

-

Non si gioca solo per i tre punti oggi. In tutti gli stadi della serie A oggi si scende in campo per l’Abruzzo, colpito dal tragico terremoto.

Il Cagliari, con la salvezza già in tasca, arriva al Franchi senza nessun timore. Allegri è costretto a rinunciare ad Acquafresca e predilige Lazzari a Cossu dietro le due punte, Jeda e Matri. Prandelli non ha Mutu e da fiducia al giovane Jovetic. In difesa spazio a Pasqual, preferito all’ultimo minuto a Vargas. Nel 4-4-2, a sorpresa il tecnico di Orzinuovi schiera Semioli nella corsia di destra e Kuzmanovic a sinistra.

Primo tempo povero d’occasioni, ma comunque divertente. La Fiorentina sembra trovarsi ad hoc nel nuovo 4-4-2 e Jovetic spazia a destra e a sinistra mettendo spesso in difficoltà la difesa cagliaritana. La Fiorentina passa in vantaggio al 19′ con Felipe Melo, ma Damato annulla per un fuorigioco di Gilardino. Inizio di ripresa favorevole ai viola che passano in vantaggio con un gran sinistro di Pasqual, servito appena fuori dall’area da Jovetic. Il Cagliari nonostante lo svantaggio continua a macinare gioco. Matri e Jeda si rendono spesso pericolosi, Frey ci mette più che una pezza.

Prandelli sostituisce Kuzmanovic per Jorgensen nel tentativo di dare più copertura al centrocampo, al 19′ Agostini viene espulso per doppia ammonizione, ma il Cagliari è tutt’altro che intimorito e sfodera tre occasionissime con Cussu (entrato nel primo tempo al posto dell’infortunato Biondini), Matri e Conti, tutte e tre sventate da un super Frey. Sul finire di partita le squadre si allungano e Vargas, entrato al posto di Semioli, trafigge Marchetti per la rete che dovrebbe mettere al sicuro il risultato. Il condizionale è d’obbligo visto che due minuti dopo il Cagliari accorcia le distanze con Ragatzu (primo gol in serie A per lui), lasciato inspiegabilmente solo dalla difesa viola. Al 43′ Canini lascia in 9 i suoi compagni e la Fiorentina sfrutta gli ultimi istanti di gara per cercare di arrotondare il risultato. Vargas è scatenato ma sbaglia due occasioni da gol importanti.

Purtroppo la sfida tra Cagliari e Fiorentina non finisce al triplice fischio di Damato. Sembra, infatti, che alcuni giocatori viola avrebbero aggredito gli uomini di Allegri mentre si stavano raggiungendo i ripettivi spogliatoi; in particolare Lopez, uscito con una ferita alla testa. Questo è quanto riporta il comunicato della società sarda.

Queste le parole di Cesare Prandelli nel dopopartita ai microfoni di Sky: “Per 70-75 minuti abbiamo fatto bene. Poi abbiamo abbassato il baricentro e abbiamo concesso troppo al Cagliari. Siamo in ripresa, ho visto la squadra più ordinata e questo è quello che conta. Vargas? Giocando davanti è un po meno preoccupato della fase difensiva, l’ho visto tranquillo. Jovetic? È un ragazzo giovane e vive le tensioni. La gente si aspetta sempre tanto da lui. Deve continuare a giocare semplice. L’aggressione nel tunnel? Non ho visto niente, ma in campo ho visto troppo nervosismo”.

Ultime notizie

Quando e dove si vota per il ballottaggio delle comunali 2020

Chi può votare, com'è fatta la scheda, quando e perché è previsto il secondo turno per scegliere il sindaco: i dubbi più comuni sulla seconda tornata elettorale

Libri scolastici con lo sconto: da Amazon alla Coop, come risparmiare

C'è chi sceglie l'usato (e spende la metà) e chi si affida al supermercato o ai siti internet con prezzi tagliati del 15% e promozioni, dai buoni ai punti spesa. La guida al risparmio per i libri di testo

Quarantena per chi arriva in Italia dalla Bulgaria: nuove regole per il rientro

Cosa dice la nuova ordinanza del Ministero della Salute per i viaggiatori che provengono dai paesi est europei come Bulgaria e Romania

L’Ecobonus riporta a galla il mercato dell’auto, ma ancora non basta per uscire dalla crisi

I recenti incentivi governativi stanno aiutando il mercato dell’auto a tornare ai livelli di vendite del 2019, chiudendo così...