La Fiorentina rischia molto ad inizio gara. Al 4′ Frey respinge l’incornata ravvicinata di Kovermans.
I viola si fanno vedere al 7′ con Liverani che lancia, al limite per Kuzmanovic, tiro al volo parato da Gomes.
Al 9′ Montolivo lancia lungo per Mutu che viene pescato in fuorigioco.
Bellissimo al 17′ il contropiede viola: 4 contro 3 ma Mutu sbaglia il dribbling decisivo.
Al 29′ corner pericoloso per il PSV. Batte Farfan ed Ujfalusi allontana.
Al 39′ Pazzini prova un dribling al limite dell’area ma viene fermato dalla difesa olandese.
Risposta del PSV al 41′ con un’azione di Afellay sulla sinistra. Ujfalusi riesce ad allontanare il pericolo.
Al 45′ rilancio corto di Frey che rischia di mettere in moto Farfan. Niente di fatto.

Al 49′ Jorgensen riesce a portare avanti la sfera. Gomes blocca e rinvia.
Al 53′ angolo per il PSV, Farfan tira in mezzo, allontana Mutu di testa.
Vantaggio viola al 55′. Palla in area. Ci crede solo Mutu che sfrutta un rimpallo favorevole e mette dentro. Contemporaneamente s’infortuna Gomes. Il numero uno del PSV viene sostituito da Roorda.
Passano 8 minuti. Al 63′ il PSV pareggia. Afellay smarca bene Koevermans che tira di potenza facendo secco Frey.
Al 66′ un nuovo lancio lungo del PSV ma Frey, in uscita, anticipa Lazovic.
La Fiorentina soffre la veemenza olandese e fatica a riorganizzarsi.
Al 70′ nuova grande occasione viola con Liverani che smarca Montolivo. Il giocatore entra in area ma perde l’attimo per calcaiare a rete.
Al 75′ entra Vieri ed esce Liverani. La Fiorentina acquista maggior peso in attacco.
Al 79′ un cross di Jorgensen favorisce Montolivo che tira di potenza ma centrale.
Passa un minuto e la Fiorentina torna a farsi pericolosa. Palla in area per Mutu che prova il destro ma il tiro deviato in angolo.
Al 90′ Afellay tenta il colpo con un cross basso che Frey para in tuffo.
Il PSV fa melina e perde tempo per difendere il pareggio.

Giovedì prossimo il ritorno in Olanda.

Il commento di Cesare Prandelli dopo il pareggio per 1-1 contro il PSV: “Abbiamo giocato alla pari contro una grande squadra come il PSV che ha disputato la Champions quest’anno. Peccato per il pareggio subito nel nostro momento migliore, poi abbiamo potuto giocare poco perchè loro hanno abbassato il ritmo e spezzettato il gioco. Comunque andremo in Olanda per vincere, sono fiducioso. Nella fase conclusiva abbiamo un po’ peccato di lucidità, ma attaccando con tanti uomini a volte abbiamo concesso il fianco soprattutto ad Afellay. Comunque credo che abbiamo fatto una buona prestazione. Due punte dall’inizio? Non ci siamo abituati, la palla alta la giochiamo di rado; certo è che può sempre essere una soluzione. Vincere là? Possiamo passare anche ai rigori! L’importante sarà andare convinti”.
Su Mutu e Santana: “Tante volte quando vuoi determinare, in ogni azione, rischi di strafare; comunque credo abbiano fatto la loro partita. Come succede spesso in campionato, purtroppo creiamo molto ma non riusciamo a concretizzare e gestire, è questione di esperienza. Se vedete anche i contrasti, su quelli loro erano molto più determinati rispetto a noi che siamo abituati in modo diverso in Italia. Su Pazzini per esempio ci sono stati un paio di falli in avvio di gara che in Italia sarebbero stati puniti con il giallo, ma in Europa è diverso. Questa squadra ha un futuro e cresce in modo costante”.


Questi gli altri risultati dei quarti di finale di Coppa Uefa:

Rangers Glasgow – Sporting Lisbona 0-0
Bayer Leverkusen – Zenith San Pietroburgo 1-4
Bayern Monaco – Getafe 1-1