Uno a uno, e qualificazione raggiunta. La Fiorentina centra l’obiettivo, seppur con qualche brivido iniziale, e domani potrà scoprire con quali squadre dividerà il girone di Champions League 2009/10.

Partenza in salita per i viola, sorpresi nel primo tempo da uno Sporting Lisbona coraggioso e intraprendente. I portoghesi, dopo alcune occasioni, passano in vantaggio al 35° del primo tempo su calcio di punizione, complice un incerto Frey. I viola sono sostanzialmente incapaci di reagire, e vanno al riposo sotto di 1-0: la qualificazione, a 45 minuti dal termine del doppio confronto, è nelle mani dei portoghesi.

Ma nella ripresa scende in campo un’altra Fiorentina, e non solo per l’ingresso in campo – che si rivelerà decisivo – di Jovetic: è tutta la squadra, infatti, a mostrare un carattere e una determinazione assenti nel primo tempo, grazie anche alle parole di Prandelli nell’intervallo. Così, dopo una buona occasione dopo pochi secondi, è proprio Jovetic a fissare il risultato sull’1-1, con un gran gol di destro.

La Fiorentina si qualifica così alla fase a gironi: giovedì 27, alle 18, il sorteggio. Allo stadio e in città è festa grande per la qualificazione, e anche Prandelli, a fine gara, non nasconde la sua soddisfazione. Ai microfoni di Rai 1, il tecnico viola dice la sua anche sul mercato, che potrebbe regalargli qualche rinforzo, grazie anche ai soldi della Champions League. “Se servono nuovi acquisti? Non voglio condizionare nessuno, certo così facciamo un po’ fatica“. E la palla passa a Corvino.