domenica, 4 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina Fiorentina, un passo indietro

Fiorentina, un passo indietro

Non basta un assalto finale, la Fiorentina esce sconfitta dallo stadio Olimpico ad opera di una Lazio che vince grazie ad un gol di Ciro Immobile

-

Non riesce ancora a vincere in trasferta la Fiorentina e rimanda, ancora una volta, l’esame di maturità. La Lazio si impone di misura all’Olimpico grazie alla rete di Immobile nel primo tempo. I biancocelesti si rilanciano dopo aver perso il derby e dopo la sconfitta in Europa League. I viola adesso avranno due settimane per riflettere e recuperare le forze. Pioli conferma in blocco la squadra che aveva vinto contro l’Atalanta con Pjaca a completare il tridente insieme a Simeone e Chiesa. Dall'altra parte Inzaghi schiera due punte fin dall'inizio, con Immobile e Caicedo.

Primo Tempo

Non grandi emozioni nella prima mezz’ora di gioco. Al 13’ Lafont sbaglia l’uscita su Lulic ma Biraghi riesce a rimediare in angolo. Al 27’ ci prova Benassi ma il portiere della Lazio Strakosha si rifugia in corner. Al 37’ c’è un calcio d'angolo battuto da Leiva. La sfera viene colpita di testa da Radu e rimane in area. Immobile ne approfitta con un destro che batte Lafont non impeccabile sull’azione. Al 40’ scambio tra Simeone e Chiesa con quest’ultimo che ci prova dal limite dell’area ma sbaglia. Si va all’intervallo con la Lazio avanti 1-0.

Secondo Tempo

Solo Chiesa ha la veemenza per dare una scossa ad una Fiorentina pasticciona. Al 56’ dribbling del nazionale su Wallace e poi serve Simeone che, a sua volta mette Milenkovic nelle condizioni di tirare ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 72’ ci prova Pjaca ma è ancora Chiesa all’84’ a provare una conclusione da fuori che però finisce sul fondo. Dopo 2 minuti è Sottil a provare la giocata vincente che però viene rimpallata. La viola prova l’assalto finale ma non riesce ad ottenere il pareggio. Adesso la sosta per la Nazionale.

L’allenatore

Desolato, a fine gara, Stefano Pioli. “Noi le prestazioni le abbiamo sempre fatte, è un peccato uscire ancora una volta battuti. Dovevamo fare gol perché abbiamo avuto le occasioni. Da allenatore devo essere soddisfatto di come interpretiamo le partite e di come siamo pericolosi, ma dobbiamo iniziare a portare a casa risultati. Abbiamo subito poco e creato molto di più. Ci manca quel pizzico di concretezza per segnare almeno un gol contro una squadra forte come la Lazio. Finora abbiamo fatto tanti punti in casa e uno solo fuori – commenta ancora il tecnico viola – ma bisogna tenere presente il valore degli avversari ed è anche vero che in casa l’aiuto dei tifosi ci dà qualcosa in più. La prestazione c’è stata e su questo dobbiamo lavorare, ma se non concretizziamo le occasioni che creiamo è difficile fare risultati”.

Ultime notizie

Seconda sconfitta consecutiva per la Fiorentina

Seconda sconfitta consecutiva per la Fiorentina, battuta in casa per 2-1 dalla Sampdoria. Non basta il momentaneo pari di Vlahovic

Coronavirus, Toscana: boom di nuovi casi, mai così alti da aprile

Impennata di contagi il 2 ottobre, ma volano anche i tamponi con un nuovo record di test. Per trovare un picco così alto di nuovi positivi bisogna risalire ai mesi del lockdown

Mascherina obbligatoria in Toscana: le regole all’aperto e al chiuso

All'aperto, al chiuso, la distanza da mantenere: quando la mascherina è obbligatoria in Toscana e come funziona l'obbligo

Mascherina, dove c’è obbligo all’aperto: dalla Lombardia al Lazio

In quali regioni le mascherine sono obbligatorie, 24 ore su 24, anche all'aria aperta: le regole