Bucarest, ore 20.45: la Fiorentina in campo per difendere l’Europa. E poco importa se non si tratta più di quella “maggiore” della Champions League (i viola sono già matematicamente fuori, oggi Bayern Monaco e Lione si affrontano per aggiudicarsi il primo posto nel girone), perchè anche la Uefa va benissimo (e poi c’è da vendicare l’amara eliminazione ai calci di rigore della scorsa stagione).

Dunque, alla Fiorentina basterà non perdere contro la Steaua Bucarest per rimanere al terzo posto che vale la Uefa: inutile dire che i rumeni faranno di tutto per battere i viola e scavalcarli in extremis, davanti al pubblico di casa. Ma Prandelli e i suoi lo sanno, e non si spaventano. “Mi aspetto un ambiente caldo ma non siamo spaventati – spiega il tecnico alla viglia – la formazione è ancora da decidere, però mi aspetto di vedere la crescita costante dei miei giocatori”.

Mutu tornerà nella sua Romania. “Non credo che per lui sarà una gara particolare- – conclude il mister – lui scende in campo sempre per dare il massimo. Siamo qui a giocarci la possibilità di andare in Uefa: abbiamo fatto un’ottima figura fino ad ora e vogliamo andare avanti”.

E anche il centrocampista Riccardo Montolivo è intervenuto alla vigilia dell’importante gara: “Vogliamo rimanere in Europa e continuare a provare l’atmosfera delle gare internazionali – dice – siamo consapevoli di poter fare bene e scenderemo in campo per vincere, giocare per il pari sarebbe un errore. Ci vorrà una Fiorentina determinata per fare risultato”.

Ma che ne pensa Montolivo dell’avventura in Champions? “Personalmente la Champions ha contribuito alla mia crescita come calciatore – risponde – anche i miei compagni hanno fatto tesoro dell’esperienza in questa competizione. Siamo cresciuti tanto e vogliamo migliorarci ancora“.