mercoledì, 25 Novembre 2020
Home Sezioni Fiorentina Frey lascia la nazionale

Frey lascia la nazionale

Frey lascia la nazionale francese

-

Sebastian Frey, portiere della Fiorentina, parla deluso della mancata convocazione da parte del tecnico della nazionale francese Raymond Domenech, che lo ha spinto ha lasciare i Bleus. “Sono qui oggi per fare un bilancio personale. Purtroppo con grande rammarico ho deciso che dopo questa mancata convocazione da parte del tecnico della mia Nazionale, d’ora in poi dedicherò il mio tempo solo alla Fiorentina. Non mi è mai stata data la fiducia e l’opportunità di dimostrare quanto io tengo alla nazionale francese. Rispetto tutte le scelte però a questo punto visto che non rientro nelle scelte e nel progetto del tecnico preferisco in questo momento mettermi da parte rinunciando a qualsiasi eventuale convocazione futura”.

“Giocare per il proprio Paese è la cosa più bella per qualsiasi calciatore- continua Frey-  Sono anni che lavoro e che sogno questo, ma non c’è stato modo di esprimersi. Non voglio creare problemi e neanche perdere il mio tempo. Da oggi darò tutta la mia professionalità e sarò a completa disposizione solo del mio Club. Rimarrò comunque sempre il primo tifoso della Francia”.

Ora il portiere viola pensa solo ai prossimi impegni della Fiorentina: “Per quanto riguarda l’importante gara di ritorno che disputeremo a Praga direi che in noi c’è grande fiducia, faremo di tutto per passare i preliminari di Champions League, sappiamo che non sarà facile. Ora che siamo vicino al nostro obiettivo vogliamo dimostrare a pieno il nostro valore.
A Praga troveremo un piccolo stadio, ma con un clima all’inglese. Loro punteranno sull’euforia del loro pubblico e sul piano fisico.

La squadra è pronta per affrontare lo Slavia praga e superare il preliminare di Champions: “Nello nostro spogliatoio c’è veramente un clima disteso e di grande armonia tra tutti noi e ciò ci permette di prepararci bene per questa sfida”. Guardando alla prossima partita della squadra gigliata, anche Frey non può non pensare al recente infortunio di Adrian Mutu: “Adrian è un calciatore importante, la scorsa stagione abbiamo saputo sopperire alla sua assenza. Il suo infortunio non è grave, mi auguro che si rimettà in fretta. Se non ce la farà chiunque lo sostituirà farà altrettanto bene”.

Ultime notizie

Babbo Natale passa anche col Covid? I consigli della psicologa del Meyer

Tanti bambini chiedono se Babbo Natale passerà anche quest'anno, nonostante il coronavirus. Il Reporter ha chiesto consiglio a una psicologa infantile del Meyer su come vivere queste strane feste insieme ai più piccoli

Quanti contagiati oggi in Italia: record di morti e casi in aumento

I dati del 24 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Covid Toscana 24 novembre: contagi sotto quota 1.000. I dati del bollettino

Giù nuovi contagi, ricoverati e persone attualmente positive. Resta alto il numero dei morti. I principali del del bollettino Covid della Regione Toscana, aggiornato al 24 novembre 2020

Dove si può viaggiare nonostante il Covid

Sembra strano, ma andare all'estero è ancora possibile: i paesi dove si può viaggiare e le regole in vigore fino al 3 dicembre