E’ giovane, lo sa, e non ha fretta. Si trova bene a Firenze e sa che, da Prandelli e dai compagni, può imparare molto. Stevan Jovetic, da molti considerato una delle grandi promesse del calcio mondiale, aspetta pazientemente il suo turno.

Mi trovo bene in questa squadra, siamo un gruppo giovane e compatto con campioni come Gilardino, Mutu e Frey che hanno grande esperienza – spiega – sono felice di indossare la maglia viola, purtroppo non ho ancora provato la gioia del gol, ma arriverà presto. Il mister mi ha dato spazio in campo e tanti suggerimenti, e io sono soddisfatto di come mi sono espresso nei minuti di gioco che ho disputato, certamente posso e voglio dare di più“.

Ma come si trova Jovetic a Firenze? “Abito qua con i miei genitori, la città è bellissima – dice – i tifosi viola mi sostengo sempre molto, spero di potere esultare con loro presto. Il mio ruolo? Nel  Partizan ho sempre giocato attaccante, in Nazionale invece ricopro il ruolo di trequartista, quello che conta però è che ho tanta voglia di crescere e migliorarmi“.

Dopo la sconfitta di misura rimediata a Roma, domenica i viola sono attesi da un’altra sfida insidiosa, quella contro i granata di De Biasi. “Domenica contro il Torino faremo di tutto per vincere la partita”, chiude Jovetic.