Mario Gomez è tornato. Dopo il rientro in campo in seguito al lungo infortunio, l’attaccante ha parlato in conferenza stampa alla viglia della triplice sfida con la Juventus.

“STO BENE”. “Sto bene, devo avere pazienza – ha detto Gomez – mi manca un po’ il ritmo, in campo si vede , per me è importante allenarmi”. Per lui, questo è come un “secondo inizio” in viola: “Mi sento un po’ come un giocatore nuovo – ha spiegato – ho fatto poche partite, devo capire come giocano i miei compagni”.

MONDIALI. “Devo migliorare, e questo voglio fare”, ha aggiunto l’attaccante, che poi ha parlato di Fiorentina e Nazionale. “Quale giocatore del mondo non vuole giocare il mondiale? E’ normale, il mondiale in Brasile è il sogno di tutti i giocatori. Ma io sono qui per vincere qualcosa con la Fiorentina, adesso non penso alla nazionale nè al Brasile, devo pensare a trovare il ritmo e a giocare con i miei compagni. Mai in questi mesi ho pensato solo alla nazionale o a essere pronto per questa estate in Brasile – ha precisato – io voglio andare in Champions con la Fiorentina”.

CHAMPIONS. Obiettivo possibile, secondo Gomez? “Dobbiamo fare il massimo, nel calcio non si sa mai. So che è difficile: Juventus, Napoli e Roma sono forti, ma anche noi lo siamo. Nel calcio è tutto possibile. Questo è un mese molto importante, vediamo cosa riusciamo a fare”.

CRISI. C’è chi, dopo gli ultimi risultati, parla di una Fiorentina in crisi… “Se vinciamo contro la Juventus nessuno parlerà più di crisi – risponde il tedesco – il calcio è così. La Juventus è la squadra più forte in Italia, sarà una partita difficile, ma non vedo una Fiorentina in crisi”.

TIFOSI. “Io voglio dare sempre il massimo, voglio aiutare la squadra, tornare in forma in modo da aiutarla – continua Gomez – è impressionante quanto i tifosi siano con noi, non solo con me ma con tutto il gruppo. Sono tifosi speciali”. Lui si è dato una scadenza per tornare il “vero” Mario Gomez? “Non si può dire prima, ma non sono preoccupato di non aver fatto gol in queste tre partite, ne ho fatti tanti in carriera, il gol poi arriva. Tutti aspettano i miei gol, ma dobbiamo avere pazienza”.

ARBITRI. Infine, Gomez ha parlato anche di arbitri, dopo il caso di Borja Valero. “E’ meglio non parlare sempre degli arbitri – ha detto l’attaccante – anche noi abbiamo fatto errori in queste partite, non solo gli arbitri. La verità su Borja non è quella che ha detto l’arbitro, ma gli errori degli arbitri ci stanno nel calcio. Noi dobbiamo pensare a quello che abbiamo sbagliato noi, perché quello possiamo cambiare, non possiamo cambiare i fischi degli arbitri”.