venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina dei giovani vola...

La Fiorentina dei giovani vola ai quarti di finale di Coppa Italia

Fiorentina-Chievo 2-0

-

La Fiorentina liquida il Chievo Verona (2-0) e passa ai quarti di finale di Coppa Italia. Gara senza storia e decisa, nel primo tempo, dalle reti di Joaquin e Rebic (al primo gol in viola). Nella ripresa espulsi Sardo per il Chievo e Ambrosini per la Fiorentina. I viola voltano pagina dopo la vittoria nel derby contro il Livorno di domenica scorsa che è costato l’infortunio a Giuseppe Rossi, in tribuna al franchi, accanto ai fratelli Diego e Andrea Della Valle ed in procinto di partire per il Colorado dove venerdì alle 19 (ora italiana) sarà visitato dal “mago” delle ginocchia Richard Steadman. Montella schiera al centro dell’attacco il giovane Rebic, preferendolo a Ryder Matos. Dentro pure Wolski. In difesa, Tomovic agisce a sinistra con Roncaglia dall’altra parte. Nel Chievo, Paloschi è l’unica punta, supportato dalle ali Sestu ed Estigarribia. Terzino sinistro è Pamic, a centrocampo c’è Bentivoglio, a cui viene affidata la fascia di capitano.

PRIMO TEMPO – Prima parte di partita avara di emozioni. Intorno al quarto d’ora le prime azioni di rilievo con Joaquin che riceve da Mati Fernandez e dal limite calcia male, spedendo la palla alta. Gli scaligeri rispondono con Paloschi che effettua un cross dal fondo, deviato da Roncaglia, che costringe Neto a mettere in angolo. In avanti meglio Joaquin rispetto a Rebic. L’ex del Malaga approfitta di una momentanea superiorità numerica della Fiorentina (Pamic è costretto a fermarsi alcuni minuti per una ferita al naso) ed al 29′ porta in vantaggio i viola con un sinistro perfetto dal limite su cross arretrato di Wolski. E’ l’1-0 per la Fiorentina. I padroni di casa iniziano a spingere. Roncaglia chiama Silvestri alla respinta, poi è Rebic, al secondo minuto di recupero, a firmare il 2-0 di testa, dopo la respinta della traversa su una punizione di Borja Valero. Si va al riposo sul 2-0.
SECONDO TEMPO – la ripresa si apre con un’altra traversa, questa volta colpita da Mati Fernandez, che con un destro a giro da fuori area spizza l’incrocio dei pali di Silvestri, con il portiere del Chievo totalmente fuori causa. Ci prova anche Ryder Matos, entrato al posto di Rebic, ma la rete del brasiliano viene annullata per un dubbio fuorigioco dopo la respinta di Silvestri su Pizarro. Arrivano poi le due espulsioni. Sardo si vede sventolare da Irrati il secondo giallo, e quindi il rosso, per un’indegna simulazione sulla scivolata di Ambrosini. Poco dopo, l’ex Milan, viene cacciato per doppia ammonizione (fallo su Hetemaj dopo la litigata con Cesar del primo tempo), quindi Neto deve intervenire per due volte su Estigarribia e Radovanovic. Finisce 2-0 e la Fiorentina adesso aspetta di conoscere il prossimo avversario: Catania o Siena.
 
L’ALLENATORE  Vincenzo Montella, a fine gara, parla dell’emergenza in attacco. “Chi giocherà tra Matos e Rebic contro il Torino? Sono ragazzi giovani di grande prospettiva, non sarebbe giusto dargli troppe responsabilità adesso. Hanno bisogno di tutta la tranquillità possibile. Per Mario Gomez – continua Montella – ci vorrà ancora qualche settimana, da parte sua c’è la smania di tornare il prima possibile a disposizione. Nella storia del calcio è difficile trovare due giocatori del livello di Gomez e Rossi infortunati contemporaneamente nella stessa squadra. Vedremo cosa ci offriranno le possibilità del mercato. Sicuramente c’è la necessità che arrivi qualcuno in grado di segnare”.

Ultime notizie