domenica, 24 Settembre 2023
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina non va oltre...

La Fiorentina non va oltre il pari col Monza

Segna Cabral ma pareggia Carlos Augusto. Incredibile calo viola nel secondo tempo. Dall’inizio Bianco. Rientrato Castrovilli

-

- Pubblicità -

Un pari tutto brasiliano inaugura il 2023 di Fiorentina e Monza. A Cabral, che segna nel primo tempo ha risposto Carlos Augusto nella ripresa. Viola che dopo un bel primo tempo crollano nella ripresa lasciando spazio ai brianzoli che, addirittura, rischiano di passare in vantaggio. Vincenzo Italiano sorprende tutti schierando titolare Bianco a centrocampo lasciando Amrabat e Bonaventura in panchina. Anche Milenkovic non gioca ed in difesa spazio a Quarta ed Igor. In attacco sceglie Cabral con Jovic che entra solo negli ultimi minuti. Raffaele Palladino sceglie Colpani e Caprari accanto a Mota.

La partita

La Fiorentina parte bene e Biraghi è subito pericoloso colpendo il palo direttamente su angolo. Al 19’ i viola passano in vantaggio. È Quarta a servire in verticale Cabral che corre per metà campo, vince il duello in velocità con Caldirola e con un destro potentissimo mette il pallone sotto la traversa superando Di Gregorio. Al 27’ la risposta del Monza con Colpani che, servito da Mota, tira alto mentre è solo davanti a Terracciano. Si va al riposo con la Fiorentina in vantaggio. Blackout viola nella ripresa. Petagna, appena entrato per il Monza, al 56’ calcia forte ma non trova l’angolo alla destra di Terracciano. La Fiorentina viene rimontata al 61’. È Ciurria che crossa in mezzo, Bianco non segue Carlos Augusto ed il brasiliano segna il pareggio. Al 64’ il Monza cerca il vantaggio con Birindelli, altro giocatore entrato nella ripresa ma Terracciano para. Dopo un minuto Cabral ha ancora una palla buona tra i piedi ma calcia debolmente. Altra occasione monzese al 75’ con Terracciano che para su Mota. Nella ribattuta Petagna calcia alto. All’81’ Biraghi per Bonaventura ma Di Gregorio para. Si chiude con la divisione della posta in palio e sabato si torna in campo per la gara, ancora al Franchi, contro il Sassuolo.

- Pubblicità -

L’allenatore

Qualche rammarico da parte di Vincenzo Italiano a fine gara. “Una volta riusciti ad andare in vantaggio se avessimo trovato il secondo guizzo la portavamo a casa. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, mentre nel secondo abbiamo avuto anche qualche situazione importante, ma il Monza ha giocate preparate e anche loro hanno sbagliato alcune occasioni. È stata una bellissima partita, i ragazzi mi sono piaciuti ma ci proveremo tra tre giorni. Cabral, se fosse stato più lucido a servire Ikoné nel secondo tempo, avrebbe fatto una partita da 10. Ha fatto quello che gli si chiede, è questo il vero Cabral, sa attaccare la profondità e questo può essere un punto di partenza. Il Monza, da quando ha cambiato marcia, è una squadra pericolosa, sapevamo che non dovevamo concedere questo. Potevamo far vedere ancora di più la crescita sotto porta, continueremo a lavorare ma la squadra – aggiunge Italiano – ha fatto bene e lavorato per 95 minuti creando. Sembrava come se fosse la prima di campionato, continuiamo con fiducia. Bianco, in questo mese di “precampionato” è cresciuto tantissimo, l’ho utilizzato spesso e mi ha convinto con questa capacità di condurre palla con dinamismo, poi è calato e come per tutti il minutaggio non è altissimo”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -