venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina torna alla vittoria...

La Fiorentina torna alla vittoria e si riporta al quinto posto

Una vittoria dal sapore europeo per la Fiorentina. Un 3-0 sul Parma già retrocesso che consente ai viola di suggellare il quinto posto che vale l’accesso diretto all’Europa League

-

Rialza la testa la Fiorentina dopo la pesante sconfitta in Europa League contro il Siviglia e le polemiche successive. Prima della gara i tifosi hanno reso noto un comunicato dove hanno sostenuto che Montella dovrebbe scusarsi col popolo della Curva Fiesole dopo le frasi nel post partita di giovedì scorso, hanno chiesto le dimissioni del Presidente Cognini ed il ritorno di Andrea Della Valle come numero 1 della società. Andrea Della Valle, in un’intervista radiofonica ha risposto che: “Quando si attacca Cognigni si attacca Della Valle. Dà anima e corpo da 13 anni, è insieme a me e ai dirigenti l’artefice di questa storia, tra soddisfazioni e amarezze”. Aggiungendo che Montella ha ancora due anni di contratto e che il comunicato della Curva Fiesole lo ha lasciato perplesso.

Per la gara col Parma Montella preferisce Giardino a Gomez, a suo fianco Salah ed Ilicic. A centrocampo Aquilani prende il posto di Borja Valero. Nel Parma Palladino, Ghezzal e Varela in attacco. In difesa gioca Feddal, a centrocampo Nocerino con Mauri e Jorquera.

 

Primo Tempo

 

Nonostante il Parma non abbia più niente da chiedere a questo campionato gioca un bel calcio. Al 5’ Nocerino serve Palladino che non riesce ad impattare bene il pallone a tu per tu con Neto. Al 13’ si sblocca il risultato. Gonzalo Rodriguez sfrutta un’indecisione della difesa ospite sugli sviluppi di un calcio piazzato e batte di precisione Mirante da due passi. Passano tre minuti e Salah scambia con Gilardino e dal limite fa partire un sinistro che non impensierisce Mirante. Al 27’ uno sbaglio di Varela innesca Pasqual che calcia di sinistro, di prima intenzione, ma Mirante, bravissimo, devia in angolo. Dopo 2 minuti Neto riesce a neutralizzare un tiro di Palladino. Al 30’ calcio piazzato per i viola e raddoppio di Giardino che di testa anticipa tutti e batte Mirante per la seconda volta.

 

Secondo Tempo

 

La ripresa inizia con un’occasione per il Parma. Al 48’ Varela serve Palladino che calcia dal limite dell’area, leggera deviazione di Savic e palla che sfiora il palo alla destra di Neto. Al 56’ Aquilani serve Pasqual che trova Salah in area, che si gira e segna con un tiro che s’insacca all’angolino sinistro. E’ il 3-0. Al 62’ Ghezzal si libera e va al tiro, Neto esce male ma Gonzalo devia in corner. All’80’ Aquilani serve Ilicic ma Mirante, il migliore del Parma, si rifugia in angolo. La gara si conclude con una traversa di Diamanti, subentrato a Salah, a due minuti dal fischio finale.

 

L’allenatore

 

Vincenzo Montella, a fine gara, parla subito del rapporto col tifo. “Oggi il pubblico è stato positivo. La squadra ha offerto una buona prestazione. Non era facile, dopo l’eliminazione in coppa e tutte le polemiche fatte da tutti, me compreso. L’approccio e la convinzione, il gol all’inizio ci ha sbloccato come sicurezza. Il Parma è una signora squadra, ha vinto contro la Juve, è una mina vagante del campionato. Mi è piaciuto molto l’atteggiamento e la convinzione della squadra”. Sulla scelta di far giocare Gilardino invece di Gomez Montella chiarisce: “Dipende molto da Gomez. Gilardino sta dimostrando di meritare, ha fatto una grandissima partita per abnegazione e presenza, in questo momento l’ho preferito perché mi garantisce qualcosa in più”. Sul comunicato della Fiesole risponde: “C’è una firma generica che per me non vale come una firma. Io faccio riferimento allo stadio e oggi la curva è stata positiva verso la squadra. È un passo in avanti per l’Europa, ma ancora non è fatta. Devo pensare alla classifica e non ad altre faccende”.

Ultime notizie