sabato, 17 Aprile 2021
HomeSezioniFiorentinaLa settimana di Juve-Fiorentina

La settimana di Juve-Fiorentina

Comincia la settimana di Juventus-Fiorentina. Mercoledì termineranno infatti gli impegni con le Nazionali, e sabato pomeriggio andrà in onda la sfida. Prandelli ritroverà un Mutu infastidito dalle voci provenienti dalla Romania, che mettono il Fenomeno di Calinesti al centro di una polemica riguardo il suo impegno con la Nazionale.

-

MUTU. “Non ho – ha commentato il rumeno – preso il giallo per tornare prima a Firenze; non ho sentito l’arbitro fischiare. Non ho mai pensato di rinunaciare alla Nazionale; anzi gioco al massimo ogni partita ogni volta che vengo chiamato in causa. Ora sono criticato da tutti”.

GILA. Discorso totalmente diverso è per Alberto Gilardino, che con la sua rete relizzata sabato sera contro l’Eire ha regalato la qualificazione matematica all’Italia. “Sono orgoglioso – dice il bomber biellese al Corriere dello Sport-Stadio-  di quello che abbiamo fatto in Irlanda, sono fiero di me stesso. E’ un gol dal sapore particolare. Il fatto che io sia l’azzurro che segna di più conta fino ad un certo punto. Sono nel pieno della maturità della mia carriera, sento fiducia in Nazionale e alla Fiorentina, questo per me è importante. Mi ha aiutato a crescere”.

FREY. Nonostante sia il portiere più forte di Francia, non è stato convocato Frey, che ha già la testa a Torino: “Sappiamo che per Firenze è una gara particolare. Anch’io sono stato anti-juventino. Ai tempi di Parma ci furono degli episodi sfavorevoli talmente evidenti che ti chiedi: ma come è possibile? Non a caso poi c’è stata Calciopoli. A quei tempi avevano una grande squadra ed avrebbero fatto grandi cose lo stesso, certo però che di aiuti ne avevano tanti. Ho ancora i brividi del ritorno da Torino dopo la vittoria di due anni fa, mi piacerebbe da matti vincere ancora all’Olimpico.

Ultime notizie