venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniFiorentinaL'Inter rimonta, Pepito non basta...

L’Inter rimonta, Pepito non basta ai viola

Inter-Fiorentina 2-1

-

Sconfitta meritata per la Fiorentina ridotta nei titolari (Pizarro squalificato, Gomez e Cuadrado infortunati, Pasqual che esce a metà gara), con Mati Fernandez sottotono, Ilicic che subentra a Rossi e non entra mai in partita, Neto sempre incerto. Gli unici che cercano d’inventare rimangono Aquilani e Borja Valero. Leggermente meglio rispetto alle precedenti prestazioni Joaquin chiamato ad affiancare Rossi in attacco. La Fiorentina cade dopo sette colpi consecutivi fuori casa proprio in occasione della cinquantesima panchina viola di Montella. I viola non vincono a San Siro contro l’Inter da dodici anni. E prosegue la striscia nera con l’arbitro Valeri. Mazzarri manda in campo la stessa Inter che domenica ha travolto il Sassuolo, confermando Taider in mezzo al campo accanto a Cambiasso e Guarin.

PRIMO TEMPO – Bella partita fin dalle prime azioni di gioco. L’Inter è molto aggressiva e la Fiorentina ne risente. Nagatomo ci prova subito e Neto è costretto ad intervenire. I viola hanno difficoltà a proporsi in attacco ma ci provano due volte in contropiede. Prima con Rossi e poi con Joaquin. In entrambi i casi è bravissimo Handanovic a salvare la porta. Taider, alla mezz’ora, avrebbe una palla interessante, ma la spara sull’esterno della rete.  I viola perdono Pasqual e Montella inserisce Alonso. Joaquin prova il colpo a sorpresa con l’ennesimo diagonale, ma il suo destro da fuori non è preciso. Si va al riposo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO – La partita è meno brillante rispetto ai primi 45 minuti. Guarin ci prova a sorprendere Neto dalla grande distanza, ma il portiere brasiliano respinge. Mentre la gara inizia a diventare noiosa l’arbitro Valeri, al 15′ del secondo tempo, decreta un penalty in favore della Fiorentina per un contatto tra Juan Jesus e Joaquin in area nerazzurra. Pepito Rossi non fallisce il rigore e la Fiorentina va in vantaggio. E’ l’1-0 per la squadra di Montella. Trovatosi improvvisamente sotto, Mazzarri aumenta il peso offensivo della sua squadra: dopo aver inserito Kovacic per Taider, il tecnico toscano butta nella mischia Icardi per l’inguardabile Guarin. Montella sbaglia la contromossa. E’ costretto a chiamare in panchina Rossi, ormai stremato, per offrire una chance ad Ilicic. Il fatto di non avere un attaccante di riserva sta penalizzando oltremisura la Fiorentina. L’Inter ne approfitta per ribaltare il risultato negli ultimi 20 minuti. Il pareggio arriva al 72′. Sugli sviluppi di un corner da sinistra è Cambiasso che gira sul primo palo e beffa l’incerto Neto. L‘ingresso di Vecino non dà la scossa sperata. I nerazzurri continuano a spingere e a 6′ dal fischio finale arriva il gol vittoria di Jonathan, bravo a fulminare il portiere ospite con un gran destro dall’interno dell’area. Proprio nel recupero Handanovic salva su Ambrosini. Finisce 2-1 per l’Inter.

L’ALLENATORE – Per Vincenzo Montella di negativo c’è solamente il risultato. “La Fiorentina oggi ha fatto una grande prestazione. Abbiamo controllato la gara, poi abbiamo subito due gol particolari. Mi tengo la prestazione – continua il tecnico viola – e siamo sulla strada giusta. Devo fare i complimenti alla squadra. Avevamo la partita in pugno, la stavamo gestendo bene poi qualche rimpallo ci ha penalizzato”.

Ultime notizie