mercoledì, 7 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina Mesto pareggio tra Fiorentina e...

Mesto pareggio tra Fiorentina e Cagliari

Si muove la classifica ma non il gioco

-

Triste 0-0 da fine stagione tra Fiorentina e Cagliari. Il caldo e la mancanza di idee ha regalato veramente poche emozioni allo stadio Franchi. I viola, da quando è ripreso il campionato, non riescono a vincere in casa. Chiesa spento, Ribery unico viola che si fa apprezzare. Iachini non lascia riposare il francese che gioca in avanti con Chiesa ed il rientrante Vlahovic. In difesa si rivede Caceres. Zenga punta sulla voglia di riscatto di Simeone e sulla verve di Nainggolan.

Primo Tempo

Parte meglio il Cagliari che al 5’ va in gol con l’ex Simeone che batte Dragowski al rientro. L’arbitro Manganiello però, dopo consulto al Var, annulla per un millimetrico fuorigioco. Al 26’ la risposta della Fiorentina con Ribery che riesce a servire Lirola. Lo spagnolo si invola e di piatto prova ad impensierire Cragno che però para. Dopo 10 minuti Chiesa pasticcia con Ribery che avrebbe avuto un buon pallone da giocare in porta e l’azione sfuma. Al 38’ gran tiro di Duncan che tenta la conclusione a sorpresa e colpisce il palo. Al 40’ ci prova Ceccherini su passaggio di Caceres ma la sfera finisce alla destra di Cragno. Al 44’ ci prova il Cagliari con Joao Pedro. E’ bravo Dragowski a deviare in angolo. Prima del riposo è ancora Ribery a tentare il tiro con Cragno attento a parare. Si va al riposo a reti bianche.

© Agenzia Fotografica Italiana

Secondo Tempo

Iachini lascia negli spogliatoi Chiesa ad inizio ripresa e prova Ghezzal. Al 54’ Nainggolan serve Nandez. Il tiro viene parato da Dragowski. Dopo due minuti è lo stesso Nandez a riprovarci ma ancora una volta il portiere viola sventa il pericolo, anche sul tentativo di ribattuta di Simeone. Al 71’ Nainggolan crossa per Simeone che sfiora il pallone ma Dragowski para. Poi è il turno di Kouamé che debutta in viola e sfiora subito il gol al 77’ ma trova sulla sua strada ancora Cragno. Proprio ne finale angolo di Pulgar, sponda di Cutrone per Caceres, la palla arriva a Kouamé ma il tiro viene respinto. Si chiude con la divisione della posta tra due squadre che non hanno offerto uno spettacolo piacevole.

L’allenatore

Rammaricato per il risultato, a fine gara, Beppe Iachini. “Potevamo segnare tante reti. Abbiamo avuto occasioni importanti. Siamo partiti con le tre punte per fare risultato. Purtroppo abbiamo colpito il quinto palo nelle ultime quattro partite. Anche Cragno è stato bravissimo in alcuni frangenti. Abbiamo provato di tutto e di più, giocando ogni tre giorni la fatica si fa sentire. Ci manca un pizzico di fortuna in fase conclusiva. Chiesa ha fatto delle buone gare ma giocando ogni tre giorni è dura rendere sempre al massimo. Ribery è andato vicino al gol ed ha servito benissimo i compagni. Dà sempre tanto alla squadra, tecnicamente e caratterialmente. Ha esordito Kouamè – ha infine ricordato l’allenatore viola – e da parte mia c’è tanta voglia di utilizzarlo ma serve cautela. L’inserimento deve essere graduale, parlerò con lo staff medico costantemente. Sicuramente è un ragazzo di grande prospettiva che può darci una grande mano”.

Ultime notizie

Palawanny, ci siamo. Entro un anno la nuova casa de Il Bisonte volley

Stavolta sembra essere la volta buona: lavori al via, palazzetto pronto per la prossima stagione. Con un progetto che guarda lontano

Quando si può togliere la mascherina senza rischiare una multa

Mentre si attende il nuovo dpcm, alcune Regioni hanno già stabilito l'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto: ma quando si può stare senza? E come comportarsi se si corre e si va in bici?

Giornate Fai d’autunno 2020: a Firenze e in Toscana 33 luoghi aperti

Da un micro-teatro, alla quercia monumento, fino a 3 vagoni da Oscar. I più interessanti luoghi da visitare in Toscana per le Giornate Fai di autunno, che nel 2020 si svolgono su 2 weekend

Eike Schmidt: “I miei Uffizi per tutti”

Intervista al direttore degli Uffizi. "La nostra missione? Educare e diffondere: lo facciamo dal Settecento”