venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Fiorentina Mihajlovic predica calma. Convocati Felipe...

Mihajlovic predica calma. Convocati Felipe e Gamberini

"“Per me le partite hanno la stessa importanza, tutte valgono tre punti”, dice il tecnico viola alla vigilia della sfida di Torino con la Juventus. Ma per i tifosi non è così, e in città cresce l'attesa. Intanto, buone notizie giungono (finalmente) dall'infermeria: l'allenatore serbo ha convocato sia Felipe e Gamberini, dunque recuperati. Ancora da decidere chi scenderà in campo. E anche Mutu su prepara a tornare.

-

Vigilia di Juventus-Fiorentina, non una vigilia qualunque. Mihajlovic prova a predicare calma (“Per me le gare hanno la stessa importanza, tutte valgono tre punti”, dice) ma in città cresce l’attesa per la partita. Il sogno è quello di fare uno sgambetto ai bianconeri, lanciati nelle zone alte della classifica, e di riprendersi quanto lasciato la scorsa settimana a Milano, quando la Fiorentina tornò a casa a secco di punti nonostante una buona prestazione.

DIFESA. Ma che partita sarà quella in programma sabato sera?  “Mi immagino a partita corretta in campo e sugli spalti, speriamo di ripetere la prestazione di Milano”, risponde Mihajlovic. Che sabato sarà alle prese col problema difesa: ma dall’infermeria arrivano buone notizie, e sia Gamberini che Felipe sono stati convocati per Torino. Non saranno a disposizione del tecnico serbo Natali (infortunato) e Kroldrup (squalificato), ma ad infoltire la rosa ci sarà il giovane Camporese. Giocherà? “Vediamo. Michele è un ragazzo giovane, quando è stato chiamato in causa ha sempre fatto bene”.

CASA JUVENTUS. Chi non sarà della partita, ma ormai è quasi pronto a rientrare, è Adrian Mutu. “Sicuramente sarà pronto per Cagliari”, taglia corto Mihajlovic. Che poi parla di alcuni giocatori bianconeri. “Kraisc è un giocatore importante che fa la differenza, ma la Juventus non è solo Krasic. Del Neri ha creato compatezza e unità, sarà una partita aperta. Martinez è un altro grande giocatore che ho allenato a Catania. Il 4-4-2 sicuramente non lo aiuta. Penso che i piccolì infortuni lo hanno penalizzato”.

CASA VIOLA. Guardando in casa viola, il tecnico serbo parte da Gilardino. “Da lui non mi aspetto niente di particolare, Alberto è un giocatore esperto con alle spalle tante partite e tanti gol in carriera. De Silvestri? E’ tornato ad allenarsi molto bene, per me è un titolare. Non ho visto Lorenzo tanto concentrato in questo inizio di stagione e quindi al momento gli ho preferito Comotto”.

STADIO. Infine una battuta sulla “minaccia” di un futuro della Fiorentina lontano da Firenze. “Sono qui da poco non conosco queste dinamiche. Il Patron Diego Della Valle per noi è importantissimo, ci porta sempre serenità e carica”. 

Ultime notizie

Quando riapriranno le palestre nel 2021: il nuovo Dpcm e la riapertura

Il protocollo di sicurezza da seguire quando riapriranno le palestre è pronto, ma anche con il nuovo Dpcm di marzo non ci sarà la riapertura in zona gialla e arancione. A rischio l'ipotesi sulle lezioni individuali

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Osservate speciali Pistoia e Siena. Il colore della Toscana prossima settimana sembra probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo si riaffaccia il rischio di passare da zona arancione a rossa

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi