Niente paura, ci pensa Gilardino. L’attaccante biellese segna la rete che porta la Fiorentina al quarto posto, in piena zona Champions. La formazione di Prandelli, soprattutto nel primo tempo, ha comunque subito il gioco dei biancocelesti, rimasti in 10 dopo l’espulsione di De Silvestri.

Come preannunciato, in campo, al posto dell’infortunato Santana, c’è Montolivo. Il centrocampista di Caravaggio ha trovato qualche difficoltà nel ruolo di trequartista, ma è stato comunque autore di una buona gara. È la Lazio ha creare più occasioni. La formazione capitolina, come aveva dichiarato Prandelli, non è apparsa minimamente in crisi sotto il piano del gioco. Il tridente formato da Pandev-Zarate-Foggia ha creato non pochi problemi alla difesa viola, che ha trovato in Frey una vera e propria saracinesca.

Nella ripresa Prandelli torna al vecchio 4-3-3, favorendo così il gioco  degli esterni. La Fiorentina trova la sua inquadratura e si rende pericolosa numerose volte, ma solo all’ultimo giro di orologio riesce a segnare il gol della vittoria e del quarto posto ritrovato.

Domenica prossima, a Marassi con il Genoa, Prandelli dovrà fare a meno di Melo, che con il cartellino rimediato oggi, sarà squalificato. Il Genoa, d’altro canto, dovrà rinunciare a Sculli e al suo allenatore Gasperini, espulsi entrambi nella sfida persa con la Roma