“Siamo pronti. E’ una partita importante e la squadra è in buona forma. Non temiamo lo Steaua, ma sappiamo di affrontare una grande squadra. Li abbiamo studiati bene, abbiamo visto le loro partite – tecnicamente sono molto bravi, giocano un buon calcio e lo fanno veramente da squadra. Non c’è paura, ma il giusto livello di preoccupazione”. Così l’allenatore della Fiorentina, Cesare Prandelli, parla della sfida che vedrà la Viola coinvolta nella sua seconda partita in Champions.

Brucia ancora la delusione per il pareggio con il Lione nella prima partita di Champions. Dopo due gol  Alberto Gilardino, a 17 minuti dal fischio finale della partita contro l’Olympique Lyonnais, la squadra di Cesare Prandelli sperava di partire alla grande nel Gruppo F. Invece sono arrivati due gol francesi e un pareggio che lascia l’amaro in bocca .Anche se non è arrivata la vittoria il tecnico viola ammette: “Voglio la stessa prestazione di Lione.” Ovviamente con un risultato finale diverso. “Una squadra che vuole migliorare deve sempre dare qualcosa di extra, sia in termine di gioco che di approccio alla partita”.

All’Artemio Franchi i viola non vorranno lasciarsi scappare altre occasioni. Dopo la sconfitta della Roma contro i rumeni del Cluj nella prima giornata, Prandelli non si fida. “A questi livelli ci sono solo partite difficili. Si deve essere preparati e sapere che ci saranno fasi della gara in cui si dovrà soffrire. Ma crediamo di poter fare una buona partita”.

La partita sarà speciale per il tecnico dello Steaua, Marius Lăcătuş, che ha giocato la stagione 1990/91 con la maglia della Fiorentina. “Sono molto contento di essere tornato qui – spiega il 44enne -. E’ passato tanto tempo ma ho ancora ottimi ricordi. So bene come i tifosi sosterranno la loro squadra.”

Lăcătuş deve rialzare il morale della sua squadra dopo la sconfitta interna per 1-0 contro il Bayern  di Toni: “Sarà una partita difficile, specialmente dopo la nostra sconfitta in casa. Dovremo scendere in campo per giocare una partita d’attacco e cercare di segnare”. Lo Steaua ritrova il centrocampista Bănel Nicoliţă, che ha saltato la partita contro il Bayern per squalifica. Cercheranno invece maggior fortuna l’attaccante brasiliano Arthur Bernhardt e il fantasista colombiano Dayro Moreno, entrambi fermati dai legni a Bucarest.