lunedì, 26 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina Seconda sconfitta consecutiva per la...

Seconda sconfitta consecutiva per la Fiorentina

Seconda sconfitta consecutiva per la Fiorentina, battuta in casa per 2-1 dalla Sampdoria. Non basta il momentaneo pari di Vlahovic

-

Brutta Fiorentina, senza Ribery che era addirittura in tribuna dopo i problemi alla caviglia, in quella che tutti sostengono sia stata l’ultima gara in viola per Federico Chiesa che ha giocato con la fascia di capitano. Proprio il talento che pare in procinto di accasarsi alla Juve ha colpito un palo, in pieno recupero. La Sampdoria ha vinto 2-1 grazie ad un rigore di Quagliarella, messo giù in area da Ceccherini e ad un pallonetto di Verre che è più lesto di Caceres ed approfitta di una grave disattenzione di Dragowski che invece di stare tra i pali si trovava fuori posizione a metà dell’area di rigore. Iachini senza Pulgar, Pezzella ed il già citato Ribery sceglie ancora Ceccherini in difesa, Bonaventura a centrocampo e Vlahovic, autore del momentaneo pareggio, e Kouame in attacco. La prova dell’ivoriano è talmente deludente che nel secondo tempo verrà tolto per far posto a Cutrone. Ranieri schiera Candreva e si affida a Quagliarella in attacco con Ramirez alle spalle.

Primo Tempo

Nella probabile ultima gara di Chiesa in maglia viola la Fiorentina gioca bene per i primi venti minuti. Al 9’ Kouame spreca un pallone facile, davanti al portiere, su un passaggio di Bonaventura. Vlahovic ci prova al 13’ ma Audero devia in angolo. Al 36’ Candreva, dalla destra, mette in area un pallone su cui entra Castrovilli in scivolata colpendo la traversa della porta di Dragowski, che poi riesce a parare su Ramirez. Al 43’ Quagliarella, lanciato da Candreva, viene messo giù, in area di rigore, da Ceccherini. Il capitano della Samp non sbaglia dal dischetto e sigla l’1-0 per i blucerchiati col quale si va al riposo.

© Tiziano Pucci – Agenzia Fotografica Italiana

Secondo Tempo

La Sampdoria nonostante il vantaggio continua ad attaccare nella ripresa. Al 55’ Candreva colpisce l’incrocio dei pali alla sinistra di Dragowski. Al 72’ però Vlahovic riesce a pareggiare trovatosi davanti ad Audero su passaggio di Milenkovic. Passano pochi minuti e Verre con un pallonetto beffa Dragowski colpevole di trovarsi fuori dai pali. Proprio nel recupero Chiesa ci prova col tiro della disperazione e colpisce il palo. Un passo indietro per la Fiorentina rispetto alla prestazione contro l’Inter. Ed ora le ultime ore di calcio mercato e la pausa per la Nazionale.

L’allenatore

Beppe Iachini ammette il passo indietro. “Dopo 25 minuti abbiamo sbagliato troppo in mezzo al campo ed è subentrata preoccupazione. Nel secondo tempo siamo riusciti a buttarla dentro – aggiunge il tecnico viola – e poi non possiamo permetterci di prendere un gol come quello di Verre, che la difesa ha letto male. Noi dobbiamo essere quelli delle prime due partite, con fraseggio e qualità, a volte lo abbiamo fatto bene altre volte come oggi siamo stati meno puliti. Su Chiesa non ho avuto indicazioni particolari, il ragazzo si sta impegnando e ha giocato come nelle altre partite. Il 3-5-2 con Chiesa, Castrovilli, Bonaventura e due punte è molto offensivo e dobbiamo cercare i nostri equilibri: oggi è sceso in campo con consapevolezza e convinzione che la società non lo stia cedendo. Sul possibile arrivo di Callejon ne parleremo nei prossimi giorni con la società. Avevo timore del mercato e dei tanti giocatori che ne sono interessati. Non è bello giocare partite impegnative con situazioni aperte intorno – conclude Iachini – che possono creare fastidio ad un gruppo che vuole lavorare per migliorare. Nei prossimi giorni valuteremo”.

Ultime notizie

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale