venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniFiorentinaSoffrendo, la Fiorentina torna al...

Soffrendo, la Fiorentina torna al successo contro l’Udinese

Ancora assente Ribery, debutto di Quarta

-

La Fiorentina torna a vincere dopo un mese e appena un punto conquistato nelle ultime tre partite. Al Franchi, contro l’Udinese, finisce 3-2 una sfida chiusa in grande sofferenza. Doppietta di Castrovilli, che ha anche propiziato il gol di Milenkovic, davanti al ct azzurro Roberto Mancini. Doppietta di Okaka per i friulani. Felice il presidente Commisso che, deluso dalle ultime prestazioni, aveva chiesto un regalo alla squadra per il 45° anniversario di matrimonio. Iachini deve fare a meno di Ribéry, in tribuna per i problemi alla solita caviglia, e lancia dal primo minuto Callejon al fianco di Vlahovic. Udinese con Okaka e Lasagna in avanti e De Paul a centrocampo.

Primo Tempo

La Fiorentina, come era successo contro lo Spezia, parte molto bene. Al 10’ Castrovilli scambia con Biraghi, dopo che l’azione era partita da Callejion e Bonaventura, e riceve ancora Castrovilli in piena area di rigore che segna grazie anche all’intervento un po’ goffo del portiere Nicolas. L’Udinese prova a rispondere ma Lasagna, poco dopo, non sfrutta un errore di Dragowski che non trattiene la palla e la lascia scivolare pericolosamente in area. Il giocatore di Luca Gotti non è lesto a segnare. Non sbaglia invece di testa Milenkovic al 20’ su un preciso suggerimento di Castrovilli. E’ il 2-0. La Fiorentina, come successe contro lo Spezia rallenta il ritmo e al 35’ l’Udinese è di nuovo pericolosa con Lasagna che si libera da Caceres e arriva davanti a Dragowski ma il portiere viola si salva parando di piede. Al 42’ i friulani concretizzano gli sforzi. De Paul riesce a liberarsi ed a servire Okaka che sigla il 2-1 di testa. Nel frattempo Pezzella è costretto ad uscire per infortunio favorendo l’esordio di Martinez Quarta.

© Tiziano Pucci – Agenzia Fotografica Italiana

Secondo Tempo

La Fiorentina torna in campo per chiudere la gara. Al 50’ è ancora Castrovilli che, di destro dopo aver fatto una finta per disorientare de Maio, timbra il bis personale. È il 3-1 viola. I friulani non demordono. Al 60’ Dragowski salva il risultato su Okaka e poi, al 71’ sul neo entrato Deulofeu. Nell’assalto finale l’Udinese trova il secondo gol. All’85’ Forestieri serve ancora Okaka che, lasciato libero in area, di testa tiene aperta la partita fino all’ultimo la gara. Alla fine la Fiorentina conquista tre punti importanti e Iachini, sempre sotto esame, tira un sospiro di sollievo.

L’allenatore

Soddisfatto, a fine gara, Beppe Iachini. “Ringrazio la squadra, ci teneva a fare un bel regalo al presidente che ha festeggiato l’anniversario di matrimonio. Castrovilli – aggiunge il tecnico viola – sta raccogliendo i frutti. Deve essere determinato quando arriva in area di rigore. Dobbiamo restare coi piedi per terra. Callejon deve raggiungere la miglior condizione. A volte ha giocato bene dialogando con Vlahovic e Bonaventura, altre volte poteva fare meglio, lo dobbiamo far crescere. Sono convinto la squadra possa fare bene e ritagliarsi lo spazio giusto in classifica. Nelle ultime partite abbiamo avuto le occasioni per chiudere la gara, poi gli avversari ci hanno raggiunti. Abbiamo iniziato bene, è normale che ci sia un po’ di tensione dopo aver subìto gol. E’ stata una partita difficile, per questo ringrazio i ragazzi. Nel pre partita erano tesi, non devono esserlo perché il calcio è divertimento. Spero che questa vittoria ci dia fiducia”.

 

Ultime notizie