lunedì, 26 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina Solo un pari tra viola...

Solo un pari tra viola e Cagliari

Primo pareggio allo stadio Artemio Franchi dall’inizio della stagione. La Fiorentina pareggia (1-1) contro il Cagliari ed interrompe la striscia di quattro vittorie consecutive in casa. Di Veretout su rigore e Pavoletti le reti

-

La sconfitta subita a Roma contro la Lazio prima della sosta della Nazionale non è stata smaltita e la Fiorentina arranca anche in casa dove non va oltre il pareggio contro il Cagliari in una serata autunnale contrassegnata da un forte vento. Pioli scegli di mandare in campo Pjaca accanto a Simeone e Chiesa. Maran tiene in panchina Pavoletti, da poco divenuto padre, e si affida all’azzurro Barella, sempre pronto ad innescare Joao Pedro e Cerri per impensierire la retroguardia viola.

Primo Tempo

Prima del fischio d’inizio passerella tra gli applausi per la squadra femminile della Fiorentina vincitrice della Supercoppa italiana. Poi la partita. La Fiorentina gioca controvento ed è in difficoltà per tutta la prima frazione di gioco. Al 22' il Cagliari prova a passare in con Cerri che chiude un triangolo con Joao Pedro ma non imprime potenza al tiro e Lafont para. Chiesa, a pochi secondi dal fischio che ha mandato le squadre negli spogliatoi, ha una bella opportunità con un diagonale che sfiora il palo di destra difeso da Cragno. Si va al riposo a reti bianche.

Secondo Tempo

Viola più brillanti nella ripresa.  Al 60’ si sblocca la partita grazie ad un calcio di rigore assegnato dall’arbitro Giacomelli con l’ausilio del VAR per un fallo di Barella su Chiesa in area. Sul dischetto si presenta Veretout che spiazza Cragno. In svantaggio, Maran getta nella mischia Pavoletti e dopo 9 minuti il neo papà ripaga la fiducia dell’allenatore sardo. C’è un cross basso di Faragò dalla destra, Pavoletti si avventa sul pallone e, anticipando Pezzella, batte Lafont in scivolata. E’ il pareggio che poi chiuderà il match. Al 78’ Chiesa costringe Cragno in angolo. Ci prova anche Simeone ma è bravo Pisacane a salvare la propria porta. Sul capovolgimento è Lafont che si supera spedendo in angolo di piede un gran tiro di Joao Pedro. L’ultima azione è viola con Chiesa che, all’88’ impensierisce Cragno che si salva in angolo. Nel recupero c’è uno scontro fortuito, di testa, tra Pezzella e Milenkovic. I due giocatori vengono curati e chiudono la gara con un vistoso bendaggio. Alla fine Giacomelli concede 10 minuti e 22 secondi di recupero ma non cambia il risultato.

L’allenatore

Stefano Pioli non nasconde l’amarezza a fine gara. “Qualche volta potevamo verticalizzare di più. Abbiamo fatto di tutto per vincere, il rimpianto è aver preso gol quando eravamo ben piazzati. Si vede che non era la giornata fortunata. Non è stata una partita semplicissima per i nostri attaccanti, abbiamo creato, ma concretizzato solo un’occasione. Dobbiamo crescere, quando vai in vantaggio non puoi concedere un’azione come quella del gol. Comunque – aggiunge il tecnico viola – la squadra ha messo sul campo una prestazione convincente e vogliosa. Dispiace che gli ultimi due risultati non siano stati positivi, ma io vedo una squadra che gioca con equilibrio e personalità, stiamo crescendo. Oggi siamo stati più vicini a vincere che a perdere come sarebbe accaduto un mese fa”.

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale