venerdì, 1 Luglio 2022
HomeSezioniFiorentinaStadio: "Verso la nuova casa...

Stadio: “Verso la nuova casa della Fiorentina”

Il sindaco annuncia che il 27 ottobre si riunirà la conferenza dei servizi incaricata di studiare il progetto di fattibilità dei patron Della Valle per la nuova cittadella viola nell'area Mercafir

-

S'insedierà il 27 ottobre la conferenza dei servizi che dovrà valutare il progetto del nuovo stadio della Fiorentina. A comunicarlo ufficialmente è il sindaco Dario Nardella, che nel pomeriggio ha informato il consiglio comunale sugli sviluppi della questione nuovo stadio.

stadio, ecco la conferenza dei servizi

Alla conferenza unificata dei servizi tempi parteciperanno tutti i soggetti – dal Comune e dalla Regione ad Enti come Arpat – chiamati dalla legge a formulare pareri sullo studio di fattibilità presentato dalla società viola. “Oggi comincia il percorso concreto per la costruzione della nuova casa della Fiorentina”, dice Nardella ricordando che la realizzazione dello stadio è un impegno preso in campagna elettorale e prendendo allo stesso tempo altri due impegni.

i 2 impegni del sindaco

Primo: la nuova area Mercafir sarà costruita entro i confini del Comune di Firenze. Secondo: la costruzione del nuovo stadio deve essere un'opportunità di sviluppo (sostenibile) per tutta la città.
Il sindaco ha illustrato i punti salienti del progetto presentato dalla Fiorentina, che prevede un investimento di oltre 300 milioni di euro: utilizzo dell'intera area Mercafir (50 ettari) per poter ospitare un impianto da 40mila posti (tutti coperti), strutture commerciali e turistico-ricettive, un parcheggio di 136mila metri quadri, nessuna previsione di edilizia residenziale (lo vieta la nuova legge sugli stadi, di cui è stato promotore proprio l'allora deputato Nardella).

la fiorentina vuole tutta l'area mercafir

La vera novità rispetto al passato è che la proposta della Fiorentina riguarda tutta l'area Mercafir e non più soltanto il suo comparto sud. “E' chiaro che, qualora la conferenza dei servizi dovesse dare una valutazione positiva dello studio di fattibilità e del piano economico-finanziario presentato dalla Fiorentina, si porrà il problema di dove realizzare la nuova Mercafir”, dice Nardella. “E' prematuro aprire ora una discussione sulla nuova collocazione della Mercafir, ma per me un punto fermo c'è già: la costruzione del nuovo mercato avverrà nel Comune di Firenze, perché la Mercafir è un'attività centrale per l'economia del nostro territorio”.

novoli work in progress

Peraltro, ha ricordato il sindaco, il nuovo stadio andrà a inserirsi in “un'area che non va vista come una fotografia bensì è in profonda trasformazione”: dalla nuova pista e dalla nuova aerostazione di Peretola (proprio in questi giorni Enac dovrà esprimersi ufficialmente a riguardo), ai cantieri della tramvia che interesseranno Novoli per mesi e mesi, fino alla realizzazione del nuovo svincolo autostradale di Peretola. “Nel valutare il progetto del nuovo stadio – dice Nardella – occorrerà tenere conto dell'equilibrio urbanistico generale di quell'area. Perché il nuovo impianto va realizzato nel quadro di uno sviluppo sostenibile”.

Il primo cittadino parla anche del futuro dello stadio Franchi, “uno degli impianti più belli d'Italia che va salvaguardato dal punto di vista estetico e architettonico ma anche dal punto di vista delle funzioni che dovrà svolgere: bisogna pensare ad una nuova destinazione, che sicuramente prevederà lo sport ma aprendosi anche alla cultura con eventi di qualità”.

Ultime notizie