giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniFiorentinaTutti gli occhi su Sinisa....

Tutti gli occhi su Sinisa. Lui: “Sono sereno”

E ora che succede? Nessuno, nonostante la consapevolezza delle difficoltà che la squadra avrebbe avuto (soprattutto nell'inizio) nella prima stagione post-Prandelli, si sarebbe immaginato una Fiorentina all'ultimo posto a questo punto dell'anno. E in molti in città si domandano quale sarà il futuro di Mihajlovic. Ma il tecnico serbo si dice tranquillo: "Sono sereno e ho fiducia in questa squadra e nel mio lavoro".

-

Tutti gli occhi, ora, sono puntati soprattutto su di lui, Sinisa Mihajlovic. D’altronde nel calcio si sa, quando le cose non vanno bene il primo a pagare è sempre l’allenatore, e per la Fiorentina le cose non stanno andando bene. Affatto.

GENOVA. Altra sconfitta, ultimo posto in classifica, tanti infortuni. La sconfitta di Genova ha lasciato il segno in casa viola, e ora in molti, in città, si domandano quale potrà essere il futuro di Mihajlovic, mentre già si sussurranno i primi nomi dei possibili sostituti (a partire dall’ex viola ed ex tecnico della nazionale brasiliana Dunga).

MIHAJLOVIC. Ma lui cosa ne dice? Il serbo, per ora, sembra tranquillo. E non lo nasconde. “La sconfitta brucia – ha detto al termine della partita di Marassi – ma da domani (oggi, ndr) dobbiamo cominciare a pensare ad uscire da questa situazione. Io sono sereno e ho fiducia in questa squadra e nel mio lavoro. Non sono uno che molla o che si butta giù. Faccio questo lavoro con passione e tanta grinta. Sono concentrato sul mio lavoro, poi si vedrà”.

FUTURO. Non resta, dunque, che concentrarsi già da subito sulle prossime partite. “Sulla carta potremmo avere delle gare più facili, adesso – ha aggiunto il tecnico – ma il calendario non conta. Ogni partita fa storia a sè. Ora ci servono punti. Non penso che abbiamo meritato di perdere, anche se la Samp nel secondo tempo ha cercato di spingere molto di più. Senza quel gol su punizione non sarebbe finita così”.

Ultime notizie