Sono cresciuti a pane e pallone. Sin da piccoli i fratelli Sebastian e Nicolas Frey hanno respirato in casa “l’aria di calcio” e divenuti grandi non hanno potuto far altro che seguire la tradizione di famiglia. Sebastian, il maggiore, ha seguito le orme del padre e dal 2005 difende la porta della Fiorentina, Nicolas, invece, tenta di emulare il nonno Andrè, difensore, campione del Tolosa e della Nazionale negli anni ’40.

Domenica prossima i destini dei fratelli Frey si incroceranno sul campo di calcio. Nicolas, dopo l’infortunio che lo ha fermato per un mese, spera di poter fare il suo debutto in serie A proprio nella partita contro il fratello Sebastian. Nicolas, infatti veste la maglia del Chievo e per la sesta di campionato la Fiorentina affronterà i Gialloblu a Verona.

“Con mio fratello ho un legame particolare – spiega Nicolas – E’ sempre stato il mio modello, non solo per il calcio. La voglia di venire in Italia c’era ma sicuramente il fatto che ci fosse lui mi ha aiutato molto. Non ci vediamo spesso e non possiamo neanche frequentare gli stessi posti perché viviamo in città divese”.

“Mio fratello ha un carattere sicuramente più forte del mio. D’altra parte anche il ruolo che occupa in campo ne è la conferma. Per fare il portiere bisogna avere un carattere duro e sicuro. La passione di Seba è nata fin da piccolo, anche perché ha voluto seguire le orme di nostro padre. Sono orgoglioso di avere un fratello bravo come lui”. Fratelli sì, ma avversari sul campo. Nicolas infatti conclude confessando il suo sogno: segnare il gol della vittoria contro il fratello.

ARBITRO

Intanto, sono stati designati gli arbitri che dirigeranno le partite della sesta giornata del campionato di serie A: Chievo-Fiorentina è stata affidata a Banti di Livorno.