Reti bianche al San Paolo al termine di una partita  mai noiosa. Il Napoli spreca tanto e mostra poca brillantezza gettando così al vento la possibilità di tornare in testa alla classifica; la Fiorentina, invece, si è resa pericolosa nel primo tempo e poi si è difesa bene mostrando grande compattezza ed ordine dal punto di vista tattico.
Le assenze di Ghoulam e Insigne a sinistra, nel Napoli, privano la squadra di Sarri di due punti di riferimento importanti. Pioli, che sacrifica Thereau su Jorginho, crea una trincea con Laurini, Astori, Pezzella e Biraghi e sfrutta bene le ripartenze Simeone.

Primo Tempo

Fiorentina intraprendente ad inizio gara. E’ Simeone, al 12’, a far paura i 45 mila del San Paolo, segnando un gol, su assist di Thereau poi annullato per fuorigioco. Al 16’ bell’azione di Chiesa per Benassi che, di destro, impegna Reina. Altra azione degna di essere citata, ancora di marca viola, al 41’ con Simeone che si vede respingere un tiro da Reina da posizione defilata. Si va all’intervallo consapevoli di aver visto la miglior Fiorentina della stagione.

Secondo Tempo

Il Napoli inizia la ripresa con maggior convinzione. Al 55’ Mertens serve Zielinski che tira ma Sportiello devia sul palo. Passano due minuti e ci prova Hamsik che però colpisce soltanto l’esterno della rete. Al 64’ è di nuovo Simeone a provarci dalla lunga distanza ma la sfera finisce fuori. Al 66’ Hamsik satla Astori, serve Callejon che, da dentro l’area piccola, spara alto. Al 70’ è ancora la squadra di Sarri ad essere pericolosa con Allan per Mertens ma Sportiello para. A sei minuti dalla fine l’ultima occasione per i campani ancora con Callejon che anticipa Biraghi ma poi tira fuori. Finisce 0-0 e la spartizione della posta in palio. Felice la Fiorentina, molto meno il Napoli.

L’allenatore

Stefano Pioli commenta, con entusiasmo, il prezioso pareggio. “E’ sempre bello quando la squadra è fedele alla sua strategia, costruire da dietro con il Napoli non è facile, abbiamo giocato la partita che avevamo preparato. Siamo stati pericolosi, soprattutto nel primo tempo, abbiamo dimostrato grande disponibilità. Risultato importante e meritato. La squadra ha lavorato tanto, abbiamo corso molto, i ragazzi – prosegue il tecnico viola – stanno dimostrando le loro qualità, ma devono completare il loro bagaglio tecnico-tattico, ci daranno delle soddisfazioni. La squadra produce e vuole giocare un calcio offensivo. La società mi ha messo a disposizione giocatori di qualità. Di solito portiamo più giocatori nella metà campo avversaria, siamo stati più bassi, ma quando siamo usciti lo abbiamo fatto bene”.