domenica, 28 Febbraio 2021
Home Sezioni Fiorentina Viola ancora a Marbella, il...

Viola ancora a Marbella, il Lecce ne approfitta

Fiorentina - Lecce

-

Grazie a due gol fotocopia di Giacomazzi e Castillo, entrambi viziati da presunti fuorigioco (soprattutto il secondo), il Lecce espugna il Franchi che era rimasto inviolato per tutto il girone d’andata. Sorride Beretta, l’Al Pacino di Puglia, che torna a sperare nelle zone basse della classifica. Non si da pace Prandelli che ha visto una squadra poco concreta, raggiunta in classifica dal Genoa e che perde contatto con la zona di vertice.

Ed il futuro non promette niente di buono. Due trasferte: l’ultima d’andata a San Siro contro il Milan e la prima del girone di ritorno a Torino contro la Juventus molto probabilmente senza Adrian Mutu, uscito in avvio di ripresa per una lussazione al gomito sinistro, quello già operato in passato. Un interrogativo in più per una Fiorentina che recrimina per i due gol subiti e per una difesa nettamente al di sotto della sufficienza. Vero che Prandelli ha dovuto fare ancora a meno di Dainelli ed ha posizionato Kroldrup al centro, accanto a Gamberini, con Comotto e Vargas agli estremi ma la difesa viola si è fatta trovare impreparata troppe volte e qualche pecca è affiorata anche a centrocampo con Kuzmanovic e Donadel in sofferenza davanti all’estro e alla velocità di Vives e Caserta.

Unica consolazione il gol di testa, con un bell’assist di Santana, del momentaneo pareggio di Felipe Melo. Poi, nel finale, anche l’epulsione di Osvaldo. L’ultima sconfitta al Franchi risaliva a quasi un anno fa (3 febbraio 2008, 1-0 per il Milan). E proprio il Milan di Beckam, come detto, ospiterà sabato 17 alle 20.30 la Fiorentina.

“La Fiorentina – ha ufficializzato la società – comunica che il calciatore Adrian Mutu ha subito una lussazione al gomito, già precedentemente infortunato, in occasione di uno scontro di gioco con il portiere ed un difensore del Lecce. Ridotta la lussazione sul terreno di gioco, persiste la lassità della capsula articolare. Domani il consulto con il professor Bufalini permetterà di meglio definire le modalità ed i tempi di recupero, che comunque saranno inferiori all’infortunio precedente (quattro settimane). Nel corso della partita – conclude la nota – Sebastien Frey ha accusato una sintomatologia dolorosa al compartimento esterno del ginocchio che verrà meglio valutata nei prossimi giorni”.

Prandelli, infine: “Sui due gol siamo stati ingenui, anche se forse il secondo era in fuorigioco. Abbiamo cercato di trovare spazi contro una squadra che si chiudeva bene – ha aggiunto l’allenatore della Fiorentina – e ci siamo sbilanciati. Il Lecce ha fatto una buona gara. Siamo riusciti a recuperare ma poi ci siamo innervositi, giocando un calcio frenetico e prevedibile. E poi alcuni ragazzi hanno accusato qualche problema, e questo ha aumentato le nostre difficoltà”. Poi due battute sull’infortunio di Mutu che potrebbe anche alterare il mercato della Fiorentina. Perchè il KO del romeno potrebbe costringere i viola a trattenere in Toscana Pazzini. “La situazione di Mutu potrebbe far rivedere i nostri piani sul mercato, è vero. Se i giocatori sono convinti di poter diventare importanti anche con pochi spazi – ha spiegato Prandelli – possono restare, altrimenti è meglio mandarli altrove”.

Ultime notizie

Una Fiorentina lenta si fa trafiggere dall’Udinese a pochi minuti dalla fine

Un passo indietro per i viola che tornano a tremare in zona salvezza

Contro l’Udinese nella Fiorentina rientra Ribéry

Probabile l’utilizzo anche di Kokrin, assente Bonaventura: le probabili formazioni di Udinese - Fiorentina

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando