Sette punti nelle ultime tre partite. Questo è il bottino della Fiorentina ottenuto con Lazio, Genoa e Chievo. Tutte e tre le partite hanno, in sintesi, la stessa identica trama. Fiorentina in difficoltà, lenta, prevedibile e impacciata nel primo tempo, vogliosa e caparbia nella ripresa.

La quarta posizione per il momento regge. Mancano ancora tante partite alla fine del campionato e la figura di Santana sembra, a questo punto, davvero insostituibile. Prandelli ancora non è riuscito a trovare il giusto modulo per questa Fiorentina. Non solo. Kuzmanovic sta attraversando una fase di involuzione, Jovetic da l’impressione di non essere un talento paragonabile a quello di Pato. Il problema di questa Fiorentina sembra essere proprio il centrocampo.

La coppia Gila-Mutu sta dando il massimo. Con le due reti di ieri, i gioielli di questa Fiorentina salgono a 27 centri in campionato.  A loro non possiamo dire proprio niente.

Giovedì la squadra volerà ad Amsterdam per cercare di ribaltare il risultato di 1 a 0 a favore dei lancieri. Ma, quel che appare chiaro, è che gli undici che scenderanno in campo dovranno fare molto di più di quello visto ieri pomeriggio al Franchi.