Contro il Napoli e contro i torti arbitrali. La Fiorentina scende in campo stasera nel turno infrasettimanale di serie A contro gli azzurri di Reja, in cerca della prima vittoria di un 2009 iniziato sotto una cattiva stella: tre partite di campionato (Lecce, Milan e Juventus) e tre sconfitte, ma tutte e tre “macchiate” da errori arbitrali ai danni della squadra di Prandelli.

Così, i viola cercheranno il riscatto questa sera in casa contro il Napoli, anche se il tecnico gigliato sarà costretto – ancora una volta – a fare i conti con le assenze: tra infortunati, febbricitanti e partenze, non sono tantissimi i giocatori che avrà a disposizione, tanto che è stato costretto a convocare anche alcuni primavera.

Assenti gli infortunati Mutu, Jorgensen e Kuzmanovic, oltre a Vargas, che non è stato convocato. E per Prandelli i problemi maggiori sono proprio in difesa, dove sono in dubbio anche Pasqual e Dainelli per un attacco febbrile. In caso di emergenza, dovrebbe essere Zauri a giocare al centro della difesa, anche se la speranza è di recuperare i “veri” centrali.

Assente Kuz, in mezzo al campo dovrebbero giocare Montolivo, Melo e Donadel, con Semioli e Gobbi pronti a subentrare. In attacco, infine, dovrebbe essere confermata la coppia di Torino Gilardino-Jovetic, con Santana ad agire alle loro spalle.

A proposito di attacco, il mercato di gennaio ha “rivoluzionato” il reparto viola: dopo le partenze di Pazzini (Samp) e Osvaldo (Bologna), ieri è stata la volta di Papa Waigo, che è stato ceduto in prestito al Lecce. Alla corte di Prandelli è arrivato (nell’ambito dell’affare Pazzini) Bonazzoli. Aspettando il ritorno di Mutu.