Cesare Prandelli alla vigilia dell’importantissima sfida col Milan di Ancelotti chiude così il capitolo Lecce: “per la sconfitta di Lecce mi prendo la responsabilità per come è stato gestito il pregara. Farò ammenda ed è giusto quando si sbaglia prendersi le responsabilità”.

Contro un Milan distratto dalle voci di mercato che riguardato il gioiello Kakà, Prandelli proverà a recuperare due pedine fondamentali, Gamberini e Frey: “vogliamo recuperarli al 100%, oggi lo sapremo”. Al posto dell’infortunato Mutu partirà dal primo minuto il giovane Jovetic.

Il tecnico di Orzinuovi si aspetta una buona prestazione dalla squadra: “ci stiamo preparando bene. Conosciamo il Milan, è una grande squadra. Ci saranno momenti in cui soffriremo, ma quando avremo la palla noi dovremo far male. Dovremo essere noi a cercare i loro difetti, magari alzando il ritmo. Voglio una squadra che faccia una grande prestazione, ogni risultato poi verrà accettato”. Milan che ritroverà un Gilardino carico: “l’ho lasciato molto tranquillo. Ha grande voglia di fare bene e non voglio che la tensione aumenti. E’ un ragazzo che ha voglia di dimostrare il proprio valore, ma tutto dipenderà dal lavoro di gruppo”.

Prandelli chiude poi il capitolo Pazzini: “con Giampaolo abbiamo trascorso quattro anni belli e importanti. Da lui però avrei preferito sentire un grazie alla società e ai tifosi da cui è stato coccolato. Credo comunque che sia stata una scelta giusta. È normale da parte di un giocatore cercare spazio quando capisci che non c’è”.