Alice nella Firenze delle meraviglie

Si chiama “Alice nella Firenze delle meraviglie” ed è un affascinante itinerario nei luoghi più significativi e suggestivi dell’Oltrarno fiorentino dedicato al pubblico dei ragazzi e delle famiglie. Lo spettacolo è in programma il 29 e 30 giugno 2019, dalle 18:00 alle 21:30.

Alice nella Firenze delle meraviglie, il programma

La storia si ispira al testo di Lewis Carroll “Alice nel paese delle meraviglie” ed è strutturato in modo tale che i partecipanti, guidati da una mappa, incontrino lungo il percorso tutti i personaggi del libro: il Cappellaio Matto, il Brucaliffo, il Bianconiglio, la Marchesa, la cuoca e la finta tartaruga

Ci sarà anche Alice, ovviamente. Anzi, più di una! Tantissime attrici impersonanti il personaggio protagonista, infatti, affolleranno l’Oltrarno e tutti, grandi e piccini, potranno fare parte del suo “viaggio”.

Il progetto “Alice nella Firenze delle Meraviglie” è la tappa conclusiva di un percorso artistico sul rapporto teatro, giovani e territorio, che Cantiere Obraz ha cominciato nel 2017 attraverso un’indagine trasversale sull’opera di Carroll.

Come si partecipa

Il luogo di partenza è piazza di Cestello 4, presso l’omonimo teatro. La prima partenza è alle ore 18:00, l’ultima alle ore 19:40. Tutte le scene sono replicate al minuto ’20, ’40, ’00 di ogni ora. 1). I luoghi toccati dallo spettacolo saranno il Teatro di Cestello, il punto di ritrovo e partenza, il giardino del Torrino di Santa Rosa, il cortile dell’Istituto Pio X Artigianelli, il giardino dell’ Ardiglione, piazza del Carmine, il cortile della Scuola Media Macchiavelli (I.C. Oltrarno).


La partecipazione è gratuita, ma la prenotazione consigliata, contattando Cantiere Obraz a  [email protected] o via telefono al 389.5058252.

Cantiere Obraz

Cantiere Obraz è una compagnia teatrale attiva sul territorio fiorentino da oltre dieci anni, nata dalla volontà di Nikolaj Karpov, dal 2008 ha residenza artistica presso il Teatro di Cestello dove gestisce un centro di formazione teatrale rivolto a bambini e ragazzi e una scuola triennale di formazione teatrale per adulti; si occupa inoltre di alta formazione per attori e allievi attori professionisti, di produzione di spettacoli di prosa e rivolti alle famiglie. Dal 2014 gestisce la stagione “Ma che Bel Cestello”, inserita nel Cartellone delle Chiavi della Città, proponendo spettacoli storici come Alice Cascherina, Riciclamondo e L’Uccello di fuoco.

In collaborazione con Firenze Formato Famiglia