Home Sezioni Storie Frutta invenduta per bambini e anziani

Frutta invenduta per bambini e anziani

Cocomeri, meloni, pesche e susine per i bambini e gli anziani che frequentano i centri estivi: ecco il progetto

Dai cocomeri ai meloni, dalle pesche alle susine. Frutta che arriva direttamente dall’Emilia Romagna per i bambini e gli anziani che frequentano i centri estivi fiorentini. Si tratta dell'iniziativa “Frutta estiva ai bambini per guadagnare salute” promossa dall’assessorato comunale alle Politiche sociali insieme all’assessorato alla Pubblica istruzione: 12, in tutto, le scuole coinvolte, e 3.524 gli studenti interessati. In tutto il mese ai bambini dei centri estivi saranno consegnati, una volta alla settimana e per tre settimane, 2.027 chili di frutta di stagione.

L'INIZIATIVA

La frutta distribuita proviene da una serie di organizzazioni di produttori dell’Emilia Romagna, ed è una iniziativa promossa dalla Regione Emilia Romagna in ottemperanza del Regolamento dell’Unione europea n.1182/2007 che prevede il ritiro dal mercato delle eccedenze. La logistica delle consegne è realizzata grazie al contributo della Cooperativa Cft, che mette a disposizione gratuitamente mezzi e autisti. “Siamo molto contenti perché questo progetto dà un buon segnale sia in termini di stile alimentare che di sfruttamento delle risorse che abbiamo a disposizione – hanno detto la vicesindaca Giachi e l’assessore Funaro – la frutta che offriamo ai bambini e agli anziani è di qualità e sarebbe rimasta invenduta sugli scaffali e poi destinata a usi meno salutari”.

FAMIGLIE

L’iniziativa “Frutta estiva ai bambini per guadagnare salute” si inserisce in una progettazione più vasta, che vede impegnato l’assessorato alle Politiche sociali in collaborazione con la Mercafir da quattro anni, che prevede la consegna settimanale di frutta e verdura di qualità rimasta invenduta alle famiglie segnalate dai servizi sociali e a 53 associazioni del territorio: da gennaio 2014 sono stati ritirati e consegnati 301.000 chili tra frutta e ortaggi, e sono state 871 le persone inserite nel progetto. Persone che salgono a 10.500 raggiunte settimanalmente con le associazioni.

ANZIANI

Ad agosto, invece, la frutta verrà consegnata ai centri estivi per gli anziani. “È un impegno, questa volta, dedicato agli anziani che frequentano ‘Agosto anziani’, spazi estivi presenti nei cinque Quartieri
dove si ritrovano gli anziani rimasti in città e dove sono previste svariate iniziative – ha spiegato l’assessore Funaro – anche in questo caso invitiamo gli anziani a consumare frutta offrendola gratuitamente per far sì che non vi rinuncino come talvolta accade per l’eccessivo costo. Presumibilmente consegneremo loro 1.500 chili di frutta di stagione”.