sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaGiovani aggrediti fuori da un...

Giovani aggrediti fuori da un locale: due arresti, grazie ai social network

Arrestati due pratesi di 21 e 23 anni ritenuti responsabili della feroce aggressione avvenuta lo scorso gennaio a Sesto Fiorentino fuori da un circolo da ballo in via Mercalli. Vittime dell’episodio furono due ragazzi di 21 e 29 anni.

-

Sono stati arrestati nella mattinata di ieri due pratesi di 21 e 23 anni, ritenuti responsabili della feroce aggressione che ebbe luogo lo scorso gennaio a Sesto Fiorentino fuori da un circolo da ballo in via Mercalli.

L’AGGRESSIONE. Vittime dell’episodio furono due ragazzi di 21 e 29 anni che, usciti dal locale, rimasero imbottigliati nel parcheggio a causa di un’auto che ostruiva il passaggio. A bordo di quel veicolo c’erano proprio i soggetti ritenuti i loro aggressori: dopo aver ricevuto alcuni colpi, una delle vittime riuscì a fuggire – spogliandosi del giubbino e liberandosi così dalla presa dei suoi assalitori – mentre l’altro giovane – il 29enne – fu invece ripetutamente colpito fino a riportare gravi lesioni con 30 giorni di prognosi.

LE INDAGINI. Le indagini della Squadra Mobile diretta da Filippo Ferri partirono solo da una sommaria descrizione dei protagonisti dell’episodio. Circa un mese dopo, però, uno dei ricercati venne riconosciuto nello stesso locale da alcuni testimoni. Da quel volto, abbinato a un nome e a un cognome, gli uomini della Sezione Reati contro la Persona, guidati dall’Ispettore Superiore Bruno Toma, hanno raccolto una serie di elementi passando al setaccio anche il profilo del principale indiziato su un noto social network.

A SOLLICCIANO. Proprio da alcune fotografie inserite su quell’account, gli inquirenti hanno infatti individuato il suo complice, anch’egli riconosciuto insieme all’altro, sia dalle parti lese che dai testimoni. Ora i due si trovano in carcere a Sollicciano in esecuzione ad un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP Dr. Tommaso Picazio su richiesta del P.M. titolare delle indagini Dr. Gianni Tei.

Ultime notizie