sabato, 16 Gennaio 2021
Rubriche C'era una volta Firenze

C'era una volta Firenze

Santa Barbara e il “Diario di un artigliere”

Il 4 dicembre, fin dal Medioevo, veniva festeggiata Santa Barbara vergine e martire, da subito invocata a proteggere dai fulmini e, di conseguenza, dalla “mala morte” in quanto un folgorato moriva improvvisamente, all’istante, senza il tempo di prepararsi cristianamente al trapasso.

Dov’è il Canto dei Bischeri e perché a Firenze si dice “bischero”

L'origine di uno scorcio storico, all'angolo di piazza del Duomo con via dell'Oriuolo, che ha dato vita al fiorentinissimo aggettivo

Le 4 stagioni per le strade di Firenze e la primavera “senza testa”

Nella Città del fiore si possono vedere raffigurati i simboli delle quattro stagioni dell’anno in almeno tre luoghi.

Pellegrino Artusi: 200 anni ma non li dimostra

Per celebrare i 200 anni di Pellegrino Artusi, Luciano e Ricciardo Artusi vestono i panni del loro avo Pellegrino grazie alla "trasformazione" realizzata dai truccatori Gabriele e Gherardo Filistrucchi e immortalata dal regista David Battistella

Carpe diem! Le Frecce Tricolori “incontrano” i Bandierai di Firenze

Uno scatto al momento giusto: Angelo Profeti dei Bandierai degli Uffizi lancia la bandiera di Firenze al passaggio delle Frecce Tricolori

La peste a Firenze: il coronavirus di altri tempi!

Mantenere le distanze, lavare i panni, evitare i luoghi affollati: nella Firenze ai tempi della peste, stessi consigli e stesse paure di oggi

Firenze, 17 febbraio 1530: le origini della partita dell’assedio

La partita passata agli onori della cronaca e della storia per il critico momento in cui si verificò, fu certamente quella giocata il 17 Febbraio 1530, durante l’assedio posto dall’esercito di Carlo V

Il ceppo di Natale

Una delle tante tradizioni della nostra austera Firenze – austera come si conviene a una città etrusca – passata di generazione in generazione e rimasta in vita fino al Novecento è, senza ombra di dubbio, il Ceppo. Una storia tutta nostrana cha ha fatto per tanti anni la felicità dei bambini e degli adulti. 

La festa di San Martino

11 novembre, festa di San Martino e a tal proposito… parliamo dell’omonima piazza. Il toponimo è uno dei più antichi della città, che prese nome dalla chiesa di San Martino del Vescovo, fondata nel 986 dall’arcidiacono Giovanni da Fiesole, poi donata nel 1034 ai monaci della vicina Badia Fiorentina.

Tagliare i ponti

Tagliare i ponti è la frase pronunciata quando si vuol troncare ogni rapporto; interrompere bruscamente contatti o relazioni con qualcuno, in modo così netto da non lasciare alcuna possibilità di ritornare sulle decisioni prese o di tentare una qualsiasi riconciliazione

Ultimi articoli