venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSiena, stasera il Palio. Non...

Siena, stasera il Palio. Non corrono Tartuca e Chiocciola

Cresce l'attesa per il Palio di luglio 2012. Cui non parteciperà Lamagno, il baio castrone di 8 anni andato in sorte al popolo di Castelvecchio: la tartuca ha deciso di ritirare il cavallo dalla Carriera. La prova generale è andata al Bruco.

-

A Siena cresce l’attesa per il Palio di luglio 2012. Palio che si correrà questa sera, con ben due contrade in meno.

TARTUCA. La Tartuca, infatti, non ci sarà. Lamagno, il baio castrone di 8 anni andato in sorte al popolo di Castelvecchio, non correrà il Palio di Siena. La Contrada della Tartuca per la tutela del cavallo e della Festa senese dopo aver preso atto della situazione clinica del cavallo (era stato esentato ieri pomeriggio dalla Prova Generale), e dell’esame radiologico effettuato dalla Commissione veterinaria del Comune insieme al veterinario di Contrada, dove è stata accertata una infrazione di un processo retrossale della terza falange dell’anteriore sinistro, ha deciso di ritirare il cavallo dalla Carriera. Dalla diagnosi effettuata, Lamagno risulta guaribile in circa tre mesi.

CHIOCCIOLA. E non ci sarà nemmeno la Chiocciola. A seguito, infatti, della richiesta, da parte della Contrada dell’attivazione dell’art. 50 del Regolamento del Palio, il Collegio veterinario composto dal veterinario comunale Col. Marco Reitano, dal Prof. Gaetano Mari, nominato dal Magistrato delle Contrade, e dal veterinario della Contrada interessata, Dr. Marco Astrologo “al fine di salvaguardare l’incolumità di Nestore De Aighenta e degli altri partecipanti alla Carriera, e di assicurare rapidi tempi di guarigione (3-5 mesi)”  ha ritenuto, per l’accertamento di una infrazione di grado secondo alla terza falange dell’anteriore destro, inopportuna la partecipazione del cavallo al Palio.

BRUCO. Chi invece ci sarà è il cavallo del Bruco, che ieri si è aggiudicato la prova generale, la cosiddetta “provaccia”. Stasera, però, le prova lasceranno spazio alla corsa vera. L’attesa in città sta crescendo.

Ultime notizie