lunedì, 25 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Vuole il rimpatrio, detenuto si...

Vuole il rimpatrio, detenuto si cuce la bocca

L'episodio è accaduto nei giorni scorsi nel carcere di Sollicciano: protagonista un marocchino, che si è cucito la bocca con ago e filo per ottenere quanto chiedeva, ovvero terminare la sua pena nel suo Paese. Alla fine ha raggiunto il suo obiettivo. E intanto sono riprese le proteste dei detenuti.

-

Non riusciva a ottenere il rimpatrio nel suo Paese, dove voleva concludere la sua pena, e allora si è letteralmente cucito la bocca. Protagonista dell’episodio, avvenuto nei giorni scorsi a Sollicciano, un detenuto marocchino.

L’uomo è riuscito così a ottenere, dopo essere stato medicato, quello che gli spettava per legge: sono infatti state avviate le pratiche per il suo trasferimento.

PROTESTE. Sono intanto riprese le proteste dei detenuti nel carcere di Sollicciano: i carcerati, che protestano per il sovraffollamento della struttura, sbattono oggetti metallici su sbare e muri, provocando forti rumori.

Ultime notizie

Coronavirus, la mappa del contagio in Toscana

Tutto quello che c'è da sapere sull'andamento dei casi di Covid-19 nella nostra regione: la mappa, i nuovi contagi, i dati per provincia pubblicati nel nuovo bollettino della Regione

Coronavirus: 15 nuovi casi, 79 i guariti. Il bollettino del 24 maggio

Quindici nuovi casi, due decessi: le ultime notizie di oggi, 24 maggio, sul contagio da coronavirus in Toscana

Bonus bici, ecco come richiederlo (anche con l’app)

Procedura tutta online, anche a rimborso. Il bonus bici per l'acquisto di biciclette, monopattini e altri mezzi green: come richiederlo

Coronavirus, 12 nuovi casi in Toscana. Solo due i decessi

Dodici nuovi casi e due soli decessi: le notizie di oggi, 23 maggio, sul contagio da coronavirus in Toscana