lunedì, 14 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCalcio storico, "prosegue il dialogo...

Calcio storico, “prosegue il dialogo con le squadre”

Audizione in V commissione per il presidente del Calcio Storico Michele Pierguidi, il direttore Luciano Artusi e il dirigente alle tradizioni popolari Paolo Dolfi. Si cerca di salvere il torneo di quest'anno. In piazza Santa Croce arriveranno comunque le tribune, che serviranno anche per altre iniziative. Polemica l'opposizione.

-

Si è svolta questa mattina nella V commissione (Cultura, Istruzione e Sport) l’audizione del presidente del Calcio Storico Michele Pierguidi, del direttore Luciano Artusi e del dirigente alle tradizioni popolari Paolo Dolfi. È stata l’occasione per fare il punto della situazione riguardo all’edizione di quest’anno del torneo, soprattutto alla luce delle prese di posizione da parte di alcuni dei rappresentanti dei Colori.

Il presidente Pierguidi ha sottolineato come prosegua il dialogo coi responsabili delle squadre per consentire il regolare svolgimento del torneo, mentre Artusi e Dolfi hanno ricordato l’importanza del Corteo Storico per la cultura tradizionale della città di Firenze. Con 120 uscite all’anno, il Corteo rappresenta infatti il cuore della tradizione popolare fiorentina. “Abbiamo riscontrato unità di intenti tra tutti i membri della commissione, di maggioranza e opposizione, sull’importanza culturale del Calcio Storico – ha dichiarato il presidente della commissione Leonardo Bieber (PD) –. Siamo tutti determinati, come Consiglio Comunale, a fare il massimo per garantire lo svolgimento del torneo di quest’anno, ovviamente nel pieno rispetto delle regole fissate dal Comune”.

TRIBUNE. Durante la seduta è stato inoltre ricordato che è imminente il montaggio degli spalti in piazza Santa Croce. “Gli spazi per il pubblico nella piazza – ha sottolineato Bieber – non serviranno solo alle partite del Calcio Storico, ma anche allo svolgimento di un concorso ippico, a una manifestazione di beach volley a livello nazionale, a un evento che vedrà in azione il Corteo Storico con sbandieratori e balestrieri, oltre come è noto al concerto di Lucio Dalla e Francesco De Gregori alla fine di giugno”.

PDL. “Come ogni anno in questo periodo, assisteremo all’arrivo della sabbia e delle tribune in Piazza Santa Croce, teatro storico del Calcio in Costume, una delle tradizioni più importanti della nostra città, ripristinata nel 1930 come rievocazione della storica partita disputata nel 1530 durante l’assedio di Firenze da parte dell’esercito di Carlo V. Ma quest’anno, all’ombra della statua di Dante, non ci saranno i calcianti in livrea rappresentanti dei quattro storici quartieri della citta… al posto di una delle principali tradizioni fiorentine, andrà in scena… un concorso ippico!”. Questo è quanto dichiarato dai consiglieri comunali del PdL Francesco Torselli ed Emanuele Roselli, dopo la seduta di questa mattina della Commissione Sport del Comune, interamente dedicata al Calcio Storico.

“Già nei giorni scorsi, dopo le defezioni dei calcianti Verdi e Rossi – spiegano Torselli e Roselli – avevamo anticipato che il Calcio Storico quest’anno non avrebbe avuto luogo, in virtù di un accordo non trovato tra amministrazione comunale e rappresentanti dei colori. L’attuale regolamento del Calcio Storico, lo sappiamo da tempo, non gode dell’approvazione dei colori e, se davvero si fosse voluta salvaguardare questa tradizione fiorentina, invidiataci in mezzo mondo, avremmo dovuto avviare un percorso di confronto con largo anticipo rispetto alla data di inizio del torneo, cosa che invece, nonostante le nostre ripetute sollecitazioni, l’attuale governo della città non ha voluto fare”.

“La nomina dell’attuale Presidente del Calcio Storico – proseguono i due consiglieri – è arrivata soltanto a fine marzo ed ancora in Consiglio non sono arrivati gli atti per la nomina dei due vicepresidenti: troppo tardi se le intenzioni fossero davvero state quelle di attivare un percorso comune, tra amministrazione e colori, per la stesura di un regolamento davvero condiviso. E così quest’anno, al posto del Calcio Storico, Piazza Santa Croce sarà teatro di un Concorso Ippico, di alcune partite di Beach Volley e del concerto di Lucio Dalla e Francesco De Gregori”.

“Alla luce di ciò – concludono Torselli e Roselli – emergono due dati preoccupanti: il primo riguarda l’abbandono di una tradizione che proprio quest’anno avrebbe compiuto il suo ottantesimo ‘compleanno’, il secondo riguarda invece i 153.600 euro (Determina Dirigenziale n.04669 del 25/05/2010) che difficilmente saranno recuperati dall’amministrazione attraverso i tre eventi in programma. Non c’è dubbio che stavolta le facce nuove a Palazzo Vecchio di Renzi siano riuscite a fare davvero qualcosa di differente dai propri predecessori: un concorso ippico al posto del Calcio Storico!”.

Ultime notizie