domenica, 24 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa notte magica di Prandelli...

La notte magica di Prandelli (e Montolivo)

Alla fine chi dei due ex viola era più felice? Difficile dirlo. Il ct ha trascinato la sua Italia a una grande vittoria, per il centrocampista tanta paura dopo il rigore sbagliato, prima dell'esplosione di gioia per il doppio errore inglese. Ora si pensa a giovedì.

-

Alla fine sarà stato più felice Cesare Prandelli, che ha trascinato alla semifinale dell’Europeo un’Italia partita tra le mille polemiche di scommessopoli, o Riccardo Montolivo, che rischiava di far tornare a casa gli azzurri dopo aver sbagliato il suo calcio di rigore? Difficile, davvero difficile dirlo. Ma non c’è dubbio che entrambi, così come tutti gli altri componenti della truppa azzurra in Polonia e Ucraina, alla fine felici lo fossero davvero.

L’IMPRESA. L’impresa è stata compiuta, l’Italia ha dominato gli inglesi e li ha battuti (giustamente) ai calci di rigore solo perché in campo continua (e questo rischia di diventare un serio problema) a non finalizzare, ma il gioco targato Prandelli c’è, eccome. Ora, dunque, sotto con la Germania. L’appuntamento è giovedì sera, con il ricordo di tutti che va a sei anni fa, quando al Mondiale giocato in terra tedesca si trovarono di fronte proprio Italia e Germania. E tutti sappiamo come è andata…

montolivoPRANDELLI. “Abbiamo giocato una grande partita e meritavamo di vincere. Quando poi arrivi ai rigori ci vuole anche un pizzico di fortuna. Abbiamo giocato con il cuore, con il carattere e con le idee. Siamo stati bravi a non far ripartire l’Inghilterra”, ha spiegato ieri Prandelli a caldo, come si legge sul sito della Figc. “Cosa ho pensato quando ha sbagliato il rigore Montolivo? Soltanto che mi dispiaceva e che aveva giocato una grande partita”, ha poi detto il ct in conferenza stampa. Giovedì ci aspetta la Germania, ben più riposata degli azzurri. “La Germania non la scopro certo io. Con la Spagna sono i favoriti dell’Europeo, noi abbiamo festeggiato solo per dieci minuti e già ci stiamo concentrando su di loro. Hanno dimostrato di avere un grande impianto di gioco”, ha spiegato Prandelli, già al lavoro per trovare la migliore formazione anti-tedeschi.

NAPOLITANO. A fine partita il presidente Giorgio Napolitano ha chiamato il presidente del Coni Giovanni Petrucci e il presidente della Figc Giancarlo Abete per fare i complimenti a tutto il gruppo Azzurro. “Che grande emozione mi hanno dato i ragazzi – ha detto Napolitano – mi hanno ricordato Berlino 2006. È un successo meritato, l’Italia ha dominato e per questo avrei chiamato anche se avesse perso”, riporta la Figc su suo sito.

Ultime notizie