venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPrato, stroncato maxi giro di...

Prato, stroncato maxi giro di usura

Minacce, violenze e tassi fino al 220 per cento. E' quello che hanno scoperto le fiamme gialle di Prato: un giro di usura da vertigini, con imprenditori vessati dagli strozzini, due italiani che adesso sono stati arrestati. Sequestrati beni per un milione di euro.

-

Nella capitale del tessile, già affannata dalla crisi, succedeva anche questo: imprenditori con l’acqua alla gola si rivolgevano a usurai per ottenere prestit, salvo poi dover rendere le somme ottenute con tassi che oscillavano dal 70 al 220 per cento.

E quando non riuscivano a sanare i loro debiti, venivano minacciati, intimidati e in alcuni casi sottoposti a violenze fisiche.

All’incubo di questi imprenditori ha messo fine la Guardia di Finanza di Prato con due arresti ( si tratta di due italiani, su di loro pesano le accuse di usura, estorsione e minacce) e un sequestro di beni per un valore complessivo di un milione di euro.

Ultime notizie