giovedì, 28 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Tenta di violentare la ex,...

Tenta di violentare la ex, stalker fermato in un giardino pubblico

L'ultima volta è accaduto ieri quando l'uomo ha convinto con una scusa la ex a raggiungerlo in un giardino nei pressi di San Salvi ed ha tentato di violentarla.

-

Ha adescato la ex moglie e ha tentato di violentarla.

INCUBO FINITO. Potrebbe essere finito l’incubo per una ventuduenne romena di fatto separata dall’uomo – un quarantottenne originario di Cagliari – che negli ultimi tempi continuava a perseguitarla e minacciarla. L’ultima volta è accaduto solo ieri quando l’uomo ha convinto con una scusa la ex a raggiungerlo in un giardino nei pressi di San Salvi ed è lì che ha tentato di violentarla.

LA TENTATA VIOLENZA. Quando la polizia è arrivata sul posto – l’uomo era già più volte stato avvisato di non avvicinarsi all’ex moglie – lui aveva già i pantaloni abbassati e la stava obbligando con la violenza ad avere un rapporto sessuale. E’ stato fermato ed arrestato.

Ultime notizie

Che colore siamo oggi: zona e colori per le regioni d’Italia (28 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi (28 gennaio) nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni zona e i territori che si candidano per il cambio di colore

Uber Eats arriva a Scandicci, Sesto, Campi e Prato (non solo a Firenze)

Dopo il successo dell'app di food delivery a Firenze, i rider di Uber Eats entrano in servizio anche a Scandicci, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Prato. Dalla pizza al sushi, ecco da quando parte la consegna a domicilio

Smart working 2021, fino a quando nella pubblica amministrazione e per i privati

Per i privati continua il lavoro agile "semplificato", mentre si pensa a una proroga in extremis per la pubblica amministrazione a febbraio: ecco fino a quando dura lo smart working

Cashback 2021: importo minimo e rimborso massimo per ogni transazione

Le regole sull'importo minimo e massimo perché una transazione sia valida per il cashback 2021. E ci sono già i primi furbetti che "moltiplicano" le transazioni pur di ottenere più rimborsi