lunedì, 6 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaA qualcuno piace pedonale. Legambiente...

A qualcuno piace pedonale. Legambiente difende Renzi

Legambiente entusiasta: 'A Firenze si apre una nuova, straordinaria stagione: invece del traffico, bellezza e qualità della vita'. Ma qualcosa si può migliorare. Ecco le loro proposte.

-

“Diminuiranno smog e rumore, aumenteranno le biciclette e gli utenti dei mezzi pubblici, ma soprattutto migliorerà la qualità della vita dei cittadini, perché vivere in una città libera dalle auto garantisce una maggiore sicurezza e una migliore qualità delle relazioni, aumenta la tranquillità e favorisce stili di vita sostenibili ed equilibrati”. Questa l’opinione di Legambiente sulla decisione del sindaco di Firenze di pedonalizzare ampi tratti del centro storico cittadino.

PRESTO EFFETTI POSITIVI. “La pedonalizzazione di Piazza Pitti, Por Santa Maria e Via Tornabuoni – ha dichiarato stamani Piero Baronti, presidente di Legambiente Toscana – è destinata in tempi rapidi ad avere un impatto positivo sul turismo, sul commercio e sul valore immobiliare delle residenze, perché vuol dire salvaguardare anche una parte importante del centro storico, finalmente libero dalle auto.”

MA QUALCOSA VA MIGLIORATO. Sui possibili interventi a favore di una mobilità realmente sostenibile, Legambiente ha poi presentato una serie di proposte mirate ad ottimizzare in maniera organica tutti i sistemi di mobilità.

PIU’ PISTE CICLABILI E PARCHEGGI. La Giunta ha recentemente deliberato il potenziamento del servizio “1000 e una bici” fissando un numero di 6 stazioni di presa e consegna delle bici, e tre giorni fa anche il provvedimento sul “bike sharing”. Legambiente propone una modifica di questo progetto, con la creazione di strutture per servizi legati all’uso della bici (le cosiddette “ciclostazioni”) dove ci sia la possibilità, anche per le bici private, di fruire di servizi di rimessaggio, sosta, ecc. Legambiente sollecita inoltre l’amministrazione a destinare gli incassi della nuova tassa di soggiorno per un’ampiamento delle piste ciclabili che circondano l’isola pedonale.

TRAMVIA E TAXI. L’associazione propone inoltre di potenziare la Linea 1 della tramvia, allungando il suo percorso fino a via de’ Vecchietti, in prossimità del vecchio capolinea del 22. Sarebbe poi opportuno un prolungamento del servizio notturno di almeno un’ora (e di 2 nel weekend). Legambiente suggerisce inoltre di revocare il divieto di transito nell’area pedonalizzata ai taxi ad alimentazione ecologica.

ATAF E SHOPPING. Infine, un protocollo volontario per rimborsare il costo del biglietto dell’ATAF a chi farà acquisti in centro, nelle aree pedonalizzate: l’acquirente che dimostra di aver preso l’autobus per recarsi in quel negozio, chiede il rimborso all’esercente, il quale ritira il biglietto ancora valido e ne restituisce il valore economico dello stesso.

Ultime notizie