venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAgguato in curia, don Brogi:...

Agguato in curia, don Brogi: ”Già perdonato il mio aggressore”

A più di un mese e mezzo dall'agguato, prima uscita pubblica per don Paolo Brogi, segretario dell'arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori.

-

A più di un mese e mezzo dall’agguato, prima uscita pubblica per don Paolo Brogi, segretario dell’arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori, rimasto ferito lo scorso 4 novembre dopo il blitz di un uomo nel cortile dell’arcivescovado.

“STO BENE”. Il sacerdote, ancora convalescente, ha partecipato ad un brindisi in occasione della conferenza stampa di fine anno di Betori. “Fisicamente sto bene – ha affermato don Paolo – ed è andata bene. Ancora un po’ di convalescenza, poi dal 6 gennaio penso di riprendere una vita normale”.

PERDONATO. “E’ Natale, e non lo dico per questo, ma ho già perdonato – ha continuato, riferendosi all’aggressore – anche se la giustizia deve fare il suo corso. Pure prima di diventare sacerdote sono sempre stato una persona incapace di odio e di rancore”. Da parte sua l’arcivescovo Betori ha ribadito di aver perdonato l’aggressore, aggiungendo: “gli chiederei i motivi di quel gesto e quali sono i suoi reali bisogni”.

IL SOSPETTO. Nei giorni scorsi Elso Baschini, 73 anni, è stato arrestato con l’accusa di aver compiuto l’agguato.

Ultime notizie