venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaBorse di studio ed esenzioni:...

Borse di studio ed esenzioni: una dichiarazione Isee su due è irregolare

Agevolazioni universitarie, esenzioni del ticket sanitario o assegni per la maternità: in 50 casi su 100 la prestazione sociale agevolata richiesta non è meritata. Questo il dato ottenuto dai controlli delle fiamme gialle fiorentine.

-

Qualcuno ha omesso di dichiarare beni mobili o immobili, qualcun altro, addirittura, un componente del nucleo familiare. Distrazione o furbizia che sia, una dichiarazione ISEE su due, fra quelle che beneficiano delle cosiddette prestazioni sociali agevolate, non è in regola.

50 ABUSI. Il dato emerge dai controlli effettuati dalle fiamme gialle di Firenze per il primo semestre del 2011. Su 109 dichiarazioni, depositate in vari comuni della provincia, all’Università degli Studi di Firenze, all’ARDSU (Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) e all’ASL di Empoli, esattamente 50 sono risultate non veritiere.

LE AGEVOLAZIONI. Dunque molte delle agevolazioni fornite non sono meritate, tra cui borse di studio universitarie, esenzione ticket sanitario, integrazioni o agevolazioni ai canoni di locazioni, buoni libro, assegni per il nucleo familiare, assegni per la maternità o erogazioni per le famiglie disagiate.

Ultime notizie