martedì, 13 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Finisce l'era delle multe dei...

Finisce l’era delle multe dei vigilini

Da oggi gli ausiliari di Sas e Ataf non possono fare più multe: sarà la polizia municipale a sanzionare le infrazioni, mentre i vigilini diventeranno “assistenti del territorio”. Il sindaco Matteo Renzi: “Firenze non sarà l’Eldorado dell’illegalità”.

-

Finisce il tempo delle multe dei vigilini: da oggi si volta pagina. Da questa mattina, infatti, gli ausiliari della Sas – i cosiddetti “vigilini” – così come quelli dell’Ataf, non potranno più fare le contravvenzioni. È quanto prevede l’ordinanza firmata ieri dal sindaco Matteo Renzi. In concreto, l’atto revoca la possibilità per i dipendenti di Sas e di Ataf di elevare le multe rispettivamente per le violazioni relative alla sosta nelle zcs e per quelle nelle corsie preferenziali dei mezzi pubblici.

NESSUN “ELDORADO”. “Questo non vuole dire che per i fiorentini inizierà la pacchia – ha avvertito il sindaco Renzi – . Una cosa deve essere chiara: Firenze non sarà l’Eldorado dell’illegalità”. Spetterà infatti alla polizia municipale elevare le contravvenzioni a chi commette infrazioni. “Non accetto, però, l’idea che si faccia il bilancio di un’amministrazione comunale con le multe – ha aggiunto il sindaco –. È un’idea politicamente sbagliata perché le contravvenzioni servono per sanzionare i comportamenti scorretti e non per fare cassa”.

ASSISTENTI DEL TERRITORIO. Gli ausiliari, ma anche altri dipendenti comunali se lo vorranno, dopo un corso di formazione che prenderà il via da subito diventeranno gli “assistenti del territorio” del Comune. Saranno quindi le persone che ogni dovranno muoversi ognuno in una zona definita della città diventando il referente dell’Amministrazione per cittadini e operatori economici. Il loro compito sarà segnalare gli interventi urgenti (dalle buche alle scritte) ma anche attivare un rapporto diretto tra cittadini e Comune che dalla manutenzione e dal decoro si allargherà fino ad abbracciare anche altri temi come la mobilità, la sicurezza e via dicendo. Dal punto di vista organizzativo il territorio comunale è stato suddiviso in 30 zone, ognuna di competenza di un assistente del territorio, articolate nei cinque quartieri cittadini.

Ultime notizie

In quanti si può andare in macchina: regole per viaggiare in auto

Si può essere in tre in auto? Posso fare una gita con gli amici? E se si fa parte dello stesso nucleo familiare? La mascherina è obbligatoria anche in macchina? Le regole anti-contagio dei dpcm e del decreto Covid

Bonus terme, non solo vacanze: voucher sconto per i servizi termali

Con la conversione in legge del decreto agosto arriva il bonus terme 2020-2021, per l'acquisto di servizi termali nelle strutture aderenti

Cene in casa con amici, cosa prevede il nuovo dpcm anti Covid. Niente controlli nelle case

Cene permesse anche in casa ma con un massimo di 6 amici o invitati oltre ai conviventi: il nuovo Dpcm non introduce i controlli nelle case

Smart working, pubblica amministrazione e privati: proroga fino a quando

La legge rilancio, lo stato di emergenza e il nuovo decreto Covid del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e per i dipendenti del settore privato