domenica, 17 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLA STORIA - ''Io, pensionato...

LA STORIA – ”Io, pensionato ‘ricco’, non ce la faccio a pagare l’Imu”

Antonio S. scrive a Il Reporter: ''La mia pensione 'discreta' diviene improvvisamente insufficiente per una vita, non dico brillante o senza pensieri, ma neppure serena. Diventa una lotta giornaliera con la spesa, le bollette, la rata del condominio. Questa non è l’Italia che sognavano i miei''.

-

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Antonio S:

LA LETTERA. “Sono un pensionato che “ha la fortuna “ di avere una discreta pensione;  con sacrifici e rinunce in 42 anni di lavoro sono riuscito, insieme a mia moglie, ad acquistare un appartamento (ove viviamo) e poi un microscopico bilocale al mare dove abbiamo sognato di passare il tempo che ci resta, insieme.

IN AFFITTO. Tre anni fa è venuta a mancare mia suocera, dopo una malattia durata 6 anni durante i quali ho stipendiato una badante il cui stipendio non ho, neppure in piccola parte, potuto scaricare dalle tasse. Abbiamo così “ereditato” la sua casa e dopo bolli, balzelli e notaio,  abbiamo pensato di ristrutturarla almeno in parte e poi di affittarla, ma purtroppo con la crisi che tutti conosciamo, l’inquilino dopo alcuni mesi non ci ha più pagato l’affitto.

SENZA LAVORO. Mia moglie che ha lavorato per 13 anni prima che la ditta dove lavorava fosse chiusa, non ha più trovato lavoro, quindi oggi non ha diritto a nessuna pensione. Mio figlio, 28 anni, ha perso il lavoro e per quanto si stia dando da fare con domande e concorsi è tutt’ora disoccupato;  due anni orsono aveva fatto un mutuo per l’acquisto di un’auto, adesso non è più in grado di pagare le rate da 400 €  e così lo devo fare io per lui.

PENSIONE. Ed ecco che la mia pensione “discreta” diviene improvvisamente insufficiente per una vita,  non dico brillante o senza pensieri, ma neppure serena. Diventa una lotta giornaliera con la spesa, le bollette, la rata del condominio. Non contenti di aver indicizzato la pensione, con i prezzi dei beni di largo consumo che salgono in modo continuo, vengo ricacciato giù dal ceto medio a cui credevo di appartenere. Per rientrare in possesso del “mio”appartamento affittato, occorre spendere per un avvocato soldi che non ho;  scopro che la legge tutela solo gli inquilini e non i proprietari, e sul più bello arriva anche l’IMU.

IMU. Ora io, per il fisco,  sono considerato una persona ricca (ho tre case!!) ma nella realtà siamo una famiglia che vive di una sola pensione;  non potrò neppure usufruire delle agevolazioni per mio figlio (valide fino a 26 anni). Dove trovare una somma per pagare due seconde case? Non ne ho idea. E dovrò pagare anche le tasse sul reddito della casa  affittata, reddito che non c’è stato!!

TICKET. E così per colpa della mia pensione, mia moglie non potrà avere neppure quella di vecchiaia, vado in farmacia e pago il ticket,  (ho un reddito elevato!) e così alla fine dei giochi sono diventato più povero del mio affittuario. La differenza è che io dovrò pagare comunque, ma del resto essendo stato tutta la vita un dipendente, le parole: “evasione”  “al nero” “senza fattura” non fanno parte del mio vocabolario.

ITALIA. Ed intanto si continua a parlare dell’eccessivo carico fiscale, del carico fiscale familiare, delle azioni per il rilancio dell’occupazione, della equità delle misure adottate, della lotta all’evasione,  del contenimento della spesa pubblica e bla bla bla bla bla. Questa non è l’Italia che sognavano i miei, un paese giusto  e solidale, un paese per cui hanno combattuto e dato la vita”.

Antonio S.

 

L’imposta: Imu, istruzioni per l’uso: tutto quello che c’è da sapere / VIDEO

Ultime notizie