domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaManovra Tremonti, benzinai in rivolta....

Manovra Tremonti, benzinai in rivolta. Impianti chiusi il 27 e 28 luglio

Nuovo sciopero per i benzinai. Oltre alla mobilitazione di domani, indetta dai gestori a marchio Eni/Agip, i distributori annunciano battaglia contro il caro-carburanti annunciando un nuovo stop per fine mese.

-

Pubblicità

Nuovo sciopero per i benzinai. Oltre alla mobilitazione di domani, indetta dai gestori a marchio Eni/Agip, i distributori annunciano battaglia contro il caro-carburanti annunciando un nuovo stop per fine mese.

SCIOPERO. Lo sciopero è stato indetto dal Coordinamento Nazionale Unitario di Faib Confesercenti e Fegica Cisl per il 27 e il 28 luglio: a chiudere i “rubinetti” del pieno saranno sia gli impianti di rete ordinaria che quelli situati sulle autostrade.

Pubblicità

TARIFFE BLINDATE. Secondo le sigle sindacali il Governo ha “blindato” all’interno del decreto sulla manovra “un articolo sulla distribuzione carburanti che nulla ha a che vedere con i conti pubblici o la manovra finanziaria. Fatta salva ovviamente la necessità di una approvazione rapida della manovra che serve al Paese in questo difficile momento”. Intanto, ”proprio per sostenere la battaglia per il rispetto degli accordi sindacali e avere prezzi dei carburanti più bassi” gli impianti a marchio Eni/Agip rimarranno chiusi, dalle ore 13 di domani 14 luglio e fino alle ore 7 del 15 luglio, su tutto il territorio nazionale. ”I gestori a marchio Eni/Agip lamentano – concludono i sindacati – ormai da tempo, una politica commerciale aziendale che impone loro, nella grande maggioranza dei casi, prezzi di vendita dei carburanti molto alti e, a volte, persino discriminanti tra impianti del medesimo marchio”.

Pubblicità

Ultime notizie