martedì, 22 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Mugnone, la Provincia: ''Venticinque giorni...

Mugnone, la Provincia: ”Venticinque giorni per abbattere il ponte del Barco”

L'ordinanza con cui è stato disposto a Rfi l'abbattimento del ponte è stata emessa ieri, dopo un'altra giornata di tensione per il livello raggiunto dall'acqua del torrente. L'assessore Crescioli: ''Non si può aspettare ancora''.

-

Il ponte del Barco sul Mugnone dovrà essere abbattuto, e al più presto. Lo ha deciso la Provincia di Firenze, che ieri ha emesso un’ordinanza con cui viene disposto a Rfi, entro 25 giorni dalla notificazione, l’abbattimento del ponte, peraltro – viene spiegato – già prevista nel progetto approvato.

MUGNONE. Il tutto dopo un’altra giornata (quella di ieri, esattamente una settimana dopo la grande paura del 27 novembre) di tensione per il livello raggiunto dall’acqua del torrente (nella foto durante la piena del 27 novembre scorso), che ha superato il primo livello di guardia, con uomini e mezzi del Servizio di piena e della Protezione Civile della Provincia di Firenze che erano stati dislocati in corrispondenza del tratto che va da piazza Puccini al Ponte del Barco, interessato dai cantieri di Rfi. In concomitanza del picco della piena, ricorda la Provincia, ieri era stata disposta la chiusura di via Tartini, della passerella che collega la strada all’ex Manifattura, e del ponte del Barco. “Particolare preoccupazione, come il martedì precedente – spiega la Provincia – ha destato la tenuta del tratto interessato dal cantiere Rfi, nonchè la situazione del ponte del Barco stradale”.

IL PONTE. “Si è avuta la conferma che quest’ultimo – si legge in una nota della Provincia –  essendo stata ampliata la sezione idraulica a monte, in caso di piena costituisce una strozzatura che determina un rigurgito a monte con aumento dei carichi sulle arginature, e quindi il rischio di un loro cedimento. Inoltre il ponte provoca altri effetti collaterali, quali in particolare l’aumento della velocità della corrente con effetti dannosi sulle arginature e sulle opere provvisionali a monte e a valle del ponte stesso”. Ed è per questo motivo che la Provincia ha emesso ieri l’ordinanza con cui si dispone a Rfi, entro 25 giorni dalla notificazione, l’abbattimento del ponte.

L’ASSESSORE. “L’esperienza di questa settimana  – spiega l’assessore provinciale all’Ambiente e Difesa del suolo Renzo Crescioli – conferma quanto più volte detto da noi, e cioè che la presenza di quel tipo di ponte in quel punto non è più compatibile con le esigenze di messa in sicurezza del Mugnone, peraltro in un’area urbana densamente abitata. Non si può aspettare ancora, magari a rischio di un’altra piena che potrebbe risultare fatale”.

Ultime notizie

Elezioni Toscana, eletti e preferenze ai candidati di Livorno

I candidati eletti e tutte le preferenze della circoscrizione Grosseto: entrano Anselmi e Gazzetti del Pd e l'elbano Marco Landi della Lega

Elezioni Toscana, eletti e preferenze ai candidati di Grosseto

I candidati eletti e tutte le preferenze della circoscrizione Grosseto, dove Leonardo Marras fa il pieno di preferenze

Referendum: cosa succede e cosa cambia con il sì al taglio dei parlamentari

Quando entrerà in vigore le legge costituzionale e le modifiche al numero dei parlamentari, degli eletti all'estero e dei senatori a vita

Elezioni Toscana, eletti e preferenze ai candidati di Firenze 4

I candidati eletti e tutte le preferenze della circoscrizione Firenze 4: Calenzano, Campi, Lastra a Signa, Scandicci, Sesto Fiorentino, Signa