giovedì, 29 Settembre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaTav: l'ora fatidica si avvicina,...

Tav: l’ora fatidica si avvicina, oggi l’ok per la stazione Foster

Dal Val di Susa, a Firenze, passando per il Mugello, la tav rimane in primo piano. Mentre in Piemonte continuano le proteste, tra Firenze e Roma si chiude la partita per il sottoattraversamento della città Toscana. Il mega progetto si avvicina all'ultimo capitolo.

-

Pubblicità

Dal Val di Susa, a Firenze, passando per il Mugello, la tav rimane in primo piano. Mentre in Piemonte continuano le proteste, tra Firenze e Roma si chiude la partita per il sottoattraversamento della città Toscana. Il mega progetto (un tunnel lungo sette chilometri, con tanto di stazione sotterranea progettata dall’architetto inglese Norman Foster) si avvicina all’ultimo capitolo: questa mattina è in programma la firma dell’accordo a Roma, tra le proteste delle associazioni ambientaliste.

LA FIRMA. Dopo anni di annunci e brusche retromarce, nella capitale si siederanno intorno a un tavolo il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, quello della Provincia di Firenze Andrea Barducci, il sindaco di Firenze Matteo Renzi, oltre al ministro Altero Matteoli e l’amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana Michele Elia. La riunione è stata ufficialmente convocata alle ore 12,15 nella sede del ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Pubblicità

ACCORDO E FONDI. Sul piatto c’è l’aggiornamento dell’intesa sulle opere collaterali alla realizzazione del nodo ferroviario fiorentino dell’Alta velocità, stazione Foster compresa. Secondo quanto anticipato, l’accordo prevederebbe una contropartita di 90 –milioni di euro come “compensazione” per Firenze (di questi 3 milioni e mezzo andranno alla Provincia). Ci saranno anche 16 milioni per completare i lavori per la messa in sicurezza del torrente Mugnone.

LE PROTESTE. Intanto le associazioni ambientaliste continuano a sollevare dubbi sull’impatto della grande opera, lanciando l’allarme per 280 edifici a rischio crollo in seguito agli interventi sotterranei, ma anche per lo smaltimento delle terre di scavo inquinate con gli agenti chimici iniettati nella trivella.

Pubblicità

I PRESIDI. In occasione della firma, per domani il comitato contro il sottoattraversamento di Firenze ha organizzato un presidio dalle ore 10,30 alle 12,30, davanti a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della giunta regionale in piazza del Duomo, a Firenze.

Pubblicità

Ultime notizie