sabato, 1 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn defibrillatore in ogni palestra....

Un defibrillatore in ogni palestra. Per legge

Un defibrillatore in ogni impianto sportivo. La proposta di legge è stata depositata questa mattina dai consiglieri regionali Paolo Marini (Fed. Sinistra-Verdi) e Loris Rossetti (Pd). I primi 500mila euro ci sono già, manca solo la legge per usarli.

-

Pubblicità

 

Un defibrillatore in ogni impianto sportivo. La proposta di legge è stata depositata questa mattina dai consiglieri regionali Paolo Marini (Fed. Sinistra-Verdi) e Loris Rossetti (Pd).

Pubblicità

PREVENZIONE. La proposta di legge parte da un dato di fatto: l’alta incidenza di morti improvvise causate da arresto cardiocircolatorio, in luoghi pubblici o aperti al pubblico. L’unico modo per prevenirli o ridurne il numero è attrezzarsi in maniera adeguata.

8MILA SPAZI. Tra pubblici e privati, in Toscana sono 8mila gli spazi adibiti allo sport. Se la proposta di legge passasse sarebbero 6mila gli impianti coinvolti. “Crediamo che questo intervento, incentrato sugli impianti sportivi e rivolto ai giovani e ai meno giovani che si dedicano alle attività motorie – hanno spiegato Marini e Rossetti – sia indispensabile per una seria attività di prevenzione di arresti cardiaci mortali. Non solo è fondamentale che i Dae siano presenti in ogni struttura sportiva ma deve essere individuato, per ciascun impianto, uno o due operatori preposti all’utilizzo del defibrillatore, naturalmente previa specifica formazione”.

Pubblicità

RISORSE. Dove prendere le risorse necessarie? Il governo ha recentemente emanato stanziato 8 milioni di euro nel triennio 2010-2012, a livello nazionale. Alla Toscana sono stati assegnati 500mila euro in tre anni. “Fare al più presto una legge regionale significa poter accedere da subito a questi fondi e con essi coprire per intero i costi della formazione per il personale addetto all’uso del defibrillatore” hanno spiegato i consiglieri regionali.

Pubblicità

Ultime notizie