venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaDietro le quinte degli anni...

Dietro le quinte degli anni ’80 a Firenze

Perché il Tenax si chiama così? Come mai i Rolling Stones non hanno suonato a Firenze? A queste e altre domande sarà risposto venerdì 17 febbraio al Caffè Letterario Le Murate, quando sarà presentato il libro ''80.doc''.

-

Come è nata Controradio? Perché il Tenax si chiama così? E come mai i Rolling Stones non hanno suonato a Firenze? L’occasione giusta per scoprirlo sarà venerdì 17 febbraio, alle 18, al Caffè Letterario Le Murate (in piazza delle Murate), quando sarà presentato il libro ”80.doc – Più a sinistra dei Rolling Stones”. Un libro che si legge in un fiato, con la voglia di scoprire il dietro le quinte di ciò che sembrava un mondo dorato. Un libro adatto a chi ha vissuto quegli anni, a chi non c’era ma vuole capire perché erano ritenuti “mitici”, a chi ama indagare tra le pieghe della storia: anche quella recente.

L’APPUNTAMENTO. Venerdì 17 febbraio, alle 18, dal Caffè Letterario Le Murate Daniele Locchi, autore del libro e dei (mis)fatti raccontati, porterà alla luce il senso di quegli anni ’80, troppe volte mitizzati, quasi mai rivelati. Oggi ideatore e gestore di un noto cocktail bar fiorentino, il Negroni, Daniele Locchi inizia a “vuotare il sacco”: all’epoca dei fatti è uno studente ribelle che viene travolto dallo scioglimento di Lotta Continua e si ritrova miracolosamente aggrappato al relitto della protesta, dove viene ospitato da altri naufraghi sulla zattera di Controradio.

IL LIBRO. Lo scioglimento dell’organizzazione più disorganizzata della sinistra extraparlamentare, la lotta dei lunghi coltelli tra PCI e PSI a colpi di megaconcerti, i concerti di Baglioni, quello negato dei Rolling Stones e la nascita di una delle discoteche più conosciute in quel momento in Italia: il Tenax. Tutto questo è 80.doc!

Ultime notizie