lunedì, 6 Dicembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaFirenze e Brunelleschi. In città...

Firenze e Brunelleschi. In città i più grandi esperti di cupole del mondo

In città sono attesi i più grandi esperti delle più grandi cupole del mondo. Gli studiosi in arrivo provengono dal Vaticano, Londra, Parigi, Venezia, Istanbul e Giappone. Un summit che si incentrerà sulla tutela della cupola del Brunelleschi contro l'avanzamento l'avanzamento delle lesioni.

-

Per la prima volta si terrà a Firenze un incontro per la tutela della cupola del Brunelleschi contro l’avanzamento delle lesioni. Sono attesi in città, per il prossimo 19 e 20 gennaio presso l’Opa – Centro Arte e Cultura, studiosi delle più grandi cupole del mondo, provenienti dal Vaticano, Londra, Parigi, Venezia, Istanbul e Giappone. Gli esperti si confronteranno per esaminare i dati relativi agli ultimi 60 anni di monitoraggio, messi a confronto con quelli delle più grandi cupole in muratura del mondo e di altre grandissime opere come Notre Dame di Parigi, la cattedrale di St Paul di Londra, la basilica di San Pietro in Vaticano, la basilica di San Marco a Venezia e Agia Sophia di Istanbul.

IL CONVEGNO. Lo scopo del convegno, il primo che presenta queste caratteristiche, è quello d valutare un confronto con altre esperienza internazionali. Per questa ragione sono stati riuniti a Firenze, per presentare le loro esperienze e per fornire il loro contributo al dibattito, i responsabili dei sistemi di monitoraggio delle piu’ grandi e importanti cupole in muratura del mondo e i responsabili dei controlli di altri monumenti, come la Cattedrale di Palma di Majorca, le chiese di San Marco e dei Frari a Venezia e la Torre di Pisa. Saranno presenti anche esperti giapponesi di tutela del patrimonio e sara’ presentato un esperimento, in corso a Parma, per il controllo della cerchiatura provvisoria della grande cupola della chiesa seicentesca detta ”della Madonna del Quartiere”.

I CONTROLLI. L’Opera di Santa Maria del Fiore, in accordo con la Soprintendenza ai Beni Architettonici di Firenze, ha organizzato per giovedi’ 19 e venerdi’ 20 gennaio presso l’Opa il convegno ”Il monitoraggio delle grandi fabbriche storiche”, che partira’ dalla cupola fiorentina, che presenta un sistema di lesioni in lentissima evoluzione. Per questo e’ controllata, dal 1952, con strumenti di tipo meccanico e, dal 1978, con un sistema elettronico installato dal Ministero dei Beni culturali, che puo’ essere considerato il piu’ accurato esistente ad oggi nel mondo su un complesso monumentale.

IL COMPORTAMENTO. Attraverso questo monitoraggio è stato possibile raccogliere dei dati che rivelano non solo il comportamento normale della cupola, ovvero il cosiddetto ”respiro” stagionale, ma anche la sua risposta ai vari eventi straordinari subiti in tale periodo, come, ad esempio, alcuni leggeri terremoti e la costruzione del ponteggio dal 1978 al 1996 che fu necessario per il restauro degli affreschi interni.

Ultime notizie